BLOCCATA (AL MOMENTO) LA FUGA DAL PD, MA ORA E’ IN DISCUSSIONE L’IDENTITA’ PROFONDA DEL PARTITO

pd.jpgGli ultimi sondaggi segnalano una certa ripresa di consensi nel Pd, legata forse al varo del governo Letta dopo lunga incertezza, oppure all’effetto rimbalzo dopo il crollo seguito all’apertura obtorto collo a Berlusconi. Si tratterebbe anche di vedere se si tratta di un ritorno del figliol prodigo (cioè dei quadri più attivi) oppure dell’arrivo di nuovi simpatizzanti dal centro, che sta subendo perdite massicce. Ci aggiungo un ulteriore elemento, legato alla persistenza nella base del Pd di un sentimento di appartenenza che magari contnua a fare premio sugli errori dei leader e sulle sbandate della linea politica.

Solo che non so fino a quando tutto questo potrà reggere, a fronte dei pesanti interrogativi sulla linea (anzi: sull’identità profonda) del partito dopo la drammatica svolta delle larghe intese, che ha fatto venir meno – come ho già scritto, con l’azione decisiva di Napolitano – uno dei valori fondanti del partito, l’antiberlusconismo, e più in generale la spinta al cambiamento.

Su tutto questo si sofferma, con grande lucidità e altrettanta amarezza, il segretario nazionale dello Spoi-Cgil Riccardo Terzi, ospitato nel blog di Gad Lerner.

terzi-riflessione-amara-ma-profonda-sul-destino-del-pd

BLOCCATA (AL MOMENTO) LA FUGA DAL PD, MA ORA E’ IN DISCUSSIONE L’IDENTITA’ PROFONDA DEL PARTITOultima modifica: 2013-05-04T12:05:41+02:00da sergiofrigo
Reposta per primo quest’articolo
Questa voce è stata pubblicata in politica e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *