ECCO COME SI PUÒ “FARE PAURA ALLA CRISI”. NON SOLO “IMPRENDITORI CLANDESTINI” ALLA BALASSO…

nordest,crisi,economia,reazione,solidarietà,artigianato,lavoro manualeDal calzolaio ottantenne in cerca di “eredi” al ragazzo che ha imparato ad aggiustare biciclette, dai 120 orti sociali padovani alle cooperative che rilevano le proprie aziende in crisi, dal co-working all’architettura sostenibile… Non ci sono solo i piccoli imprenditori suicidi dopo il fallimento della loro azienda, oppure le speculazioni alla Veneto City, nel Nordest spazzato dalla crisi, non solo l’insicurezza, la concorrenza dei cinesi o la solitudine di chi ha puntato sul successo e si scontra con difficoltà insuperabili. E non ci sono solo gli irresistibili “imprenditori clandestini” immortalati da Natalino Balasso nel video allegato in fondo.

Ci sono anche, nelle nostre province, uomini e donne che – magari ripartendo dal lavoro manuale – provano a “Fare Paura Alla Crisi”, come si intitola il nuovo video girato da Alberto Scapin con Paolo Tognon e Sebastiano Rizzardi (e poi sì, ci sono anch’io, sorpreso dalla telecamera in piena pausa post-prandiale…)

A dare il senso dell’operazione uno splendido verso di Andrea Zanzotto, scomparso un anno fa ma ancora capace di aiutarci a guardare nel futuro:

 

Nessun tempo è mai passato

ogni tempo – unicamente – verrà

Andrea Zanzotto

 

 

Ed ecco il video di Natalino Balasso sul Nordest che ce la fa…

 

ECCO COME SI PUÒ “FARE PAURA ALLA CRISI”. NON SOLO “IMPRENDITORI CLANDESTINI” ALLA BALASSO…ultima modifica: 2012-10-17T11:27:10+02:00da sergiofrigo
Reposta per primo quest’articolo
Questa voce è stata pubblicata in economia, Nordest, politica, società, Video e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *