BOCCIATI I REFERENDUM, “PROMOSSO” LO SPREAD

referendum,spread,bot,asta,monti,governo,europa,germania,tremonti,deficiLa Corte Costituzionale ha referendum,spread,bot,asta,monti,governo,europa,germania,tremonti,deficibocciato i referendum, i mercati hanno “promosso” i Bot italiani e ribassato lo spread.

referendum-elettorale_1087a996-3d12-11e1-a7f5-80bdd8489cd9.shtml

?ref=HRER1-1

La prima notizia non mi piace, perchè vanifica una mobilitazione straordinaria, che ha coinvolto oltre un milione e 200mila cittadini, e rischia di consegnarci di nuovo – stante le divisioni tra i partiti – ad una legge che a parole tutti aborriscono, salvo poi (gli stessi partiti) utilizzarla a piene mani.

La seconda notizia invece è ottima: ci dice che la cura Draghi funziona, che le banche tornano ad investire dopo l’iniezione di soldi a buon mercato dalla Bce, che Monti (e noi con lui) ha vinto il suo primo “referendum”, e che i mercati hanno interpretato positivamente l’esito dell’incontro di ieri con la Merkel. Ma la notizia ci dice anche dell’altro, ad uso interno: ad onta del pessimismo dilagante ci conferma che la “barca Italia” nonostante tutto resta a galla e che – con alcuni correttivi e a determinate condizioni – potrà persino tornare a veleggiare sulle onde.

L’AUTOREVOLEZZA DI MONTI E L’EREDITA’ DI TREMONTI

Questo si deve all’autorevolezza di Monti e alla credibilità della manovra che ci sta imponendo, ma in qualche modo credo (se non ho capito male) anche ai risultati della “cura Tremonti”, che è stata insufficiente perché non ha avviato la crescita ma ha avuto il pregio di ridurre fortemente il deficit.

Non basta, perchè l’Europa deve fare la sua parte, anche se i dati di oggi dovrebbero contribuire ad ammorbidire i tedeschi e a convincerli che possono puntare su di noi. Molto resta da fare, ma i passi fin qui compiuti sembrano – quantomeno ai mercati – indirizzati nella giusta direzione.

BOCCIATI I REFERENDUM, “PROMOSSO” LO SPREADultima modifica: 2012-01-12T13:36:07+01:00da sergiofrigo
Reposta per primo quest’articolo
Questa voce è stata pubblicata in economia, politica e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *