NO LEGHISTA AL KEBAB A CITTADELLA. E POI SI LAMENTANO CHE IL CINEMA CI DIPINGE COME RAZZISTI

Bitonci.jpgCi sono personaggi – come il sindaco leghista e anti-poveri di Cittadella, l’on. Bitonci – che non smettono di stupirmi per la loro totale impermeabilità alle regole della logica. Il “signore” in questione nello stesso giorno in cui vieta i negozi di kebab nel suo territorio (e si veda in proposito il commento di Natalino Balassohttp://www.ilfattoquotidiano.it/2011/08/05/si-ai-mcdonalds-no-ai-kebab/150058/ ) trova anche il tempo per presentare un’interpellanza parlamentare al ministro ai beni culturali Giancarlo Galan sul film di Francesco Patierno con Massimo Abatantuono “Cose dell’altro mondo”: “Il film – dice il sindaco di Cittadella – dà una visione profondamente distorta della classe imprenditoriale veneta. Gli autori parlano di divertente ironia, ma che divertimento c’è a fare il solito quadretto dove i veneti sono razzisti ed intolleranti?”

E se, tanto per cominciare, la smettessimo noi di fare i “razzisti e gli intolleranti”, prima di protestare? (Zaia non ha trovato di meglio che lamentarsi che al cinema a noi veneti “ci trattano come zulu”, a proposito di razzismo).

Galan ha risposto impeccabilmente a Bitonci e a Zaia che prima di criticarli i film bisognerebbe vederli. E siccome di questo film per il momento si vede solo il trailer…

MA PERCHÉ NON C’È UN FILM CHE TRATTI BENE IL VENETO, COME SUCCEDE INVECE PER IL SUD?

Detto tutto questo mi sorge però spontanea una domanda, sulla quale vorrei il vostro parere: ma com’è che noi veneti al cinema siamo dipinti sempre come ipocriti, zotici, egoisti, xenofobi, arrabbiati oppure, ben che vada, un po’ sempliciotti? E com’è che non c’è un film che racconti con un po’ di felicità il nostro territorio, le sue bellezze, la piacevolezza del viverci, come accade invece con pellicole come “Basilicata coast to coast”, “Into Paradiso”, anche “Il primo incarico”, che senza nascondere i problemi del Sud ne fanno occasione di divertimento corale, oltre che di riflessione e di denuncia?

 

NO LEGHISTA AL KEBAB A CITTADELLA. E POI SI LAMENTANO CHE IL CINEMA CI DIPINGE COME RAZZISTIultima modifica: 2011-08-06T02:38:58+02:00da sergiofrigo
Reposta per primo quest’articolo
Questa voce è stata pubblicata in Caro Zaia, cinema e tv, immigrazione, Nordest, politica, società e contrassegnata con , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

6 risposte a NO LEGHISTA AL KEBAB A CITTADELLA. E POI SI LAMENTANO CHE IL CINEMA CI DIPINGE COME RAZZISTI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *