I BENEFICI DELLA CASTA: AL PD ORA SI RICHIEDE UN GESTO ECLATANTE CHE “PARLI” AI CITTADINI ARRABBIATI

A seguito delle pessime prove della politica, e soprattutto dei sacrifici che essa chiede agli italiani, risparmiando se stessa, stiamo assistendo a un forte rigurgito dei sentimenti anti-casta che pochi anni fa (ricordiamo il successo del libro di Rizzo e Stella) tanti danni fecero – un po’ ingiustamente – soprattutto a sinistra, visto che l’unico presidente del consiglio che ridusse drasticamente il proprio appannaggio (oltre alle auto blu, alle scorte e alle spese di rappresentanza) fu proprio Romano Prodi.

A questo proposito condivido l’intervento su Repubblica di Carlo Galli e quello del senatore del Pd Paolo Giaretta, a cui un militante dello stesso partito ha riservato accuse gratuite, ma significative degli umori della base.

Giaretta ha ragione, ma io credo che in questo momento siano necessari gesti eclatanti, magari anche un po’ demagogici, ma che diano il senso che una parte almeno dello schieramento politico – la sinistra – ha capito che prima di imporre sacrifici agli altri bisogna imporli a se stessi. Non so cosa, ma credo che qualche forma di autoriduzione, o il versamento di parte dei propri emolumenti in beneficienza o cose affini, decisi autonomamente dal partito e vincolanti per tutti i parlamentari (in primis) ma poi anche per i consiglieri regionali, in questo momento segnerebbero almeno la differenza rispetto al centro-destra che ha varato questa manovra, e contribuirebbero ad agganciare il sentimento dei cittadini, anche di sinistra, che in questa fase rischierebbero di sbandare pesantemente verso l’antipolitica e il qualunquismo.

MA LA BASE DEVE GUARDARSI DAL QUALUNQUISMO: NON SONO TUTTI UGUALI

Ai cittadini, invece, soprattutto a quelli che guardano a sinistra, è richiesto invece un gesto di coraggio intellettuale: approfondire le posizioni, valutare le decisioni concrete, non abbandonarsi al facile richiamo del “sono tutti uguali”. Distinguere è faticoso e magari poco gratificante, ma fare di ogni erba un fascio è qualunquismo, e fa il gioco di Berlusconi & c.

palazzo-senza-sacrifici.html

http://www.paologiaretta.it/2011/07/occasione-mancata-per-ridurre-i-costi-della-politica/

 

 

I BENEFICI DELLA CASTA: AL PD ORA SI RICHIEDE UN GESTO ECLATANTE CHE “PARLI” AI CITTADINI ARRABBIATIultima modifica: 2011-07-18T11:19:34+02:00da sergiofrigo
Reposta per primo quest’articolo
Questa voce è stata pubblicata in politica e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

6 risposte a I BENEFICI DELLA CASTA: AL PD ORA SI RICHIEDE UN GESTO ECLATANTE CHE “PARLI” AI CITTADINI ARRABBIATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *