MA LE RISATE DI SARKOZY NON SONO SOLO PER BERLUSCONI

Non avrei (ovviamente) potuto dire meglio.

Semmai aggiungere qualcosa… (vedi sotto) CasiniBerlu.jpg

L’AMACA DI MICHELE SERRA*

Certo che duole, la risatina franco-tedesca di scherno all’indirizzo del nostro (ridicolo) capo del governo. Ma ce la siamo meritata, no? Come italiani, voglio dire, come comunità di persone che non è stata in grado, in quasi vent’anni, prima di evitare e poi di far cessare una tragica farsa che si configurava esattamente tale già in partenza, con tutto quel cerone, quelle promesse assurde, quelle smargiassate da guitto, quella ricchezza smodata, quel reclutamento di mediocri purché obbedienti. E se per questo fallimento storico portiamo tutti almeno una briciola di colpa, l’onorevole Casini, che oggi fa le sue rimostranze da italiano offeso e reclama maggiore rispetto per il nostro Paese, ha invece colpe grandi come una montagna. Insieme a coloro che per anni hanno appoggiato Berlusconi per trarne vantaggi politici e visibilità personale. Non bisognava essere dei geni, e neanche essere di sinistra, per intuire il calibro di quell’uomo e la precarietà di quell’avventura. Se oggi il mondo ride di noi, l’onorevole Casini e l’intero novero degli alleati di Berlusconi, per primi i tanti confindustriali oggi preoccupati ma ieri plaudenti, devono considerarsi, a buon diritto, cointestatari di quelle risate. Ne hanno il diritto, se le sono conquistate sul campo.

*Da La Repubblica del 25/10/2011.

CASINI, MEGLIO TARDI… MA GLI IMPRENDITORI?

MarcegagliaBerlu.jpegAggiungerei, su Casini, “meglio tardi che mai”, considerando le posizioni assunte da tre anni a questa parte; mentre nel mondo dei produttori c’è ancora chi indulge in atteggiamenti compiacenti verso il Cavaliere (e su questa base si appresta a dare battaglia alla Marcegaglia): MarchionneBerl.jpegbasti ricordare le imbarazzanti risate, anche molto recenti, alle inqualificabili battute del nostro sul bunga bunga pronunciate in assemblee pubbliche di industriali e commercianti, anche recenti.

SangalliBerlu.jpg

E LA SINISTRA CHE PROPOSTE SARA’ IN GRADO DI FARE?

Se i disastri del (quasi) ventennio berlusconiano vanno in gran pare sul conto del centro-destra (a partire dai suoi elettori), anche la dirigenza (e in qualche misura anche il popolo) di centro-sinistra non è del tutto innocente, per non aver saputo contenere le posizioni massimaliste, corporative e di comodo, e aver alimentato divisioni clamorose al proprio interno, presentandosi all’esterno come poco credibile (anche se in questo i media asserviti al Cavaliere hanno avuto un ruolo determinante).

Anche adesso però è tutto da vedere se la sinistra nel suo complesso saprà mettere in campo delle posizioni chiare, credibili, unitarie sulle questioni sollevate dall’Europa, in modo da ricacciare in gola le risate a Sarkozy. Ammesso che ci siano ancora dei margini per avanzare proposte “di sinistra” in questa situazione.

MA LE RISATE DI SARKOZY NON SONO SOLO PER BERLUSCONIultima modifica: 2011-10-26T11:05:00+02:00da sergiofrigo
Reposta per primo quest’articolo
Questa voce è stata pubblicata in Esteri, politica e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *