UN LEADER VERO – COME DE GASPERI – PER RICOSTRUIRE LA NOSTRA DIGNITÀ IN EUROPA

In un momento in cui i potenti d’Europa ci mettono all’angolo e ridono di noi, vorrei che a rappresentarci nel mondo fosse un leader vero e autorevole, uno capace di presentarsi a Bruxelles, a Berlino, a Parigi col pugnale fra i denti, invece che col colletto sporco di rossetto.

Berlusconi, Sarkozy, Merkel, Auropa, Ferrara, De Gasperi, risataUno in grado di dire, come fece Alcide De Gasperi il 10 agosto 1946 alla Conferenza di pace di Parigi, “Prendendo la parola in questo consesso mondiale sento che tutto, tranne la vostra personale cortesia, è contro di me».

E invece ci tocca in dote uno statista ancora “più grande” (parole sue) che il giorno dopo aver magnificato (chez Scilipoti) la propria autorevolezza che “ha salvato l’Italia”, scopre dolorosamente di essere considerato in Europa solo uno scolaretto (ancora parole sue), oggetto di scherno dei compagni più grossi e prepotenti di lui.


RIDONO DI NOI, SI RAFFORZANO ALLE NOSTRE SPALLE, MA LA COLPA È SUA

La cosa offende noi, più ancora di lui, e ci fa decisamente incazzare: anche perché Francia e Germania hanno responsabilità enormi nelle ultime, disastrose performance di questa Europa; e nonostante tutto – a causa dell’isolamento del nostro paese – riusciranno a ricavare da questa crisi infinita persino dei vantaggi, in termini economici e di potere.

Ma questo non deve farci dimenticare chi ha le colpe specifiche del disastro italiano, chi ha mascherato i conti fino all’ultimo, Berlusconi, Sarkozy, Merkel, Auropa, Ferrara, De Gasperi, risataBerlusconi, Sarkozy, Merkel, Auropa, Ferrara, De Gasperi, risatachi ha investito nelle battute da caserma invece che nello studio dei dossier, chi ha indugiato nelle relazioni con i politici più pericolosi o impresentabili del pianeta, dimenticando la solidarietà europea, chi insomma ci ha condotto all’angolo, a farci trattare come dei bambini in castigo.

DAVANTI ALL’AMBASCIATA FRANCESE: “UNA RISATA CI SEPPELLIRÀ”

Oggi Giuliano Ferrara (quello che si becca 3mila euro al giorno per una trasmissione fantasma di 5 minuti di aria fritta in cui canta le lodi del nostro autorevolissimo premier) ha convocato tutti gli italiani a Piazza Farnese, davanti all’ambasciata di Francia, per ridere di coloro che hanno osato ridere di Berlusconi.

 Nel tentativo disperato di mascherare le proprie contraddizioni e le proprie divisioni cercano di intercettare – lui, i giornali di famiglia che oggi titolano bellicosamente “Al diavolo Sarkozy”, persino la Lega secessionista – le ultime briciole di quell’orgoglio nazionale che fino a ieri hanno fatto l’impossibile per mortificare.

Ma per ridere degli altri bisogna avere le carte in regola, comportamenti dignitosi e credibilità morale. Altrimenti finirà come sempre, da qualche anno a questa parte, che “una risata ci seppellirà”.

UN LEADER VERO – COME DE GASPERI – PER RICOSTRUIRE LA NOSTRA DIGNITÀ IN EUROPAultima modifica: 2011-10-25T02:55:02+02:00da sergiofrigo
Reposta per primo quest’articolo
Questa voce è stata pubblicata in Esteri, politica e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

6 risposte a UN LEADER VERO – COME DE GASPERI – PER RICOSTRUIRE LA NOSTRA DIGNITÀ IN EUROPA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *