CATTIVI PENSIERI: MURGIA CONTRO VESPA PER GLI APPREZZAMENTI OSE’ ALLA AVALLONE

Temo che non vedremo tanto presto Michela Murgia (nella foto a destra, quella senza barba) a Porta a Porta. Murgia2.jpgAvete visto cosa ha combinato la vincitrice del Campiello a Bruno Vespa, decisamente sopra le righe con i suoi apprezzamenti osè alla vincitrice dell’Opera Prima Silvia Avallone (foto a sinistra)? Gli ha dato del “vecchio bavoso”,avallone_2.jpgstando a quanto riferisce Gad Lerner che sabato sera le era accanto sul palco alla Fenice, aggiungendo poi a freddo, ieri mattina, che i suoi apprezzamenti non gli erano affatto piaciuti, e che se “l’avesse fatto a me avrebbe avuto la risposta che meritava”.

Lui ha replicato di essersi comportato con buon gusto, e che è lei a non avere senso dell’umorismo, ma ha accusato il colpo anche perché Gad Lerner ha rincarato la dose, dicendo che ha trattato la Avallone come una velina invece che come una scrittrice, e lei ha ammesso di essersi sentita imbarazzata per le “sciocchezze” dette dal conduttore.

Riferito questo, e dato atto a Michela Murgia del coraggio, della passione e della lucidità di cui scrivevo ieri (non è comodo in Italia andare contro Bruno Vespa, ma soprattutto quello che Vespa rappresenta, cioè il berlusconismo del buon senso comune), vorrei porre sommessamente una questione delicata, che temo mi tirerà addosso qualche critica: la Avallone è – oltre che una scrittrice emergente – anche una donna molto bella, e lo sa. Lo sa tanto bene che sabato sera indossava effettivamente un abito fatto per mostrare tutta la sua bellezza, anche quella che solitamente – lontano dalle spiagge o dalle piscine, per capirsi – rimane coperta.

Forse sono troppo severo, ma l’impressione che mi ha fatto è che sia di quelle donne che non disdegnano di utilizzare anche la loro bellezza per imporsi. Non a caso è la prima scrittrice, che mi risulti, a cui la stampa rosa ha offerto di pagarle l’esclusiva per il servizio fotografico sul suo prossimo matrimonio.

Tutto questo non è un delitto, beninteso, e non ne parlo in questi termini per moralismo, perché sabato abbiamo apprezzato tutti la sua “prestanza”, e ben pochi di noi hanno rilevato l’inopportunità del comportamento di Vespa (mea culpa, ci stiamo assuefacendo). Magari Bruno Vespa poi sarebbe “sbandato” lo stesso, anche se lei si fosse presentata con una maglia a dolcevita, ma temo che muovendosi anche su questo terreno sia essa stessa ad autorizzare i suoi interlocutori maschi a portare il discorso lontano dai terreni della letteratura.

Ed ora lapidatemi (dico soprattutto alle lettrici), ma non usate, per favore, il paragone con chi dice delle ragazze stuprate che “se lo sono cercate, visto come vestivano”: siamo su tutt’altro terreno, mi sembra…

 

 

CATTIVI PENSIERI: MURGIA CONTRO VESPA PER GLI APPREZZAMENTI OSE’ ALLA AVALLONEultima modifica: 2010-09-06T16:37:30+02:00da sergiofrigo
Reposta per primo quest’articolo
Questa voce è stata pubblicata in Cattivi pensieri, cultura e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

9 risposte a CATTIVI PENSIERI: MURGIA CONTRO VESPA PER GLI APPREZZAMENTI OSE’ ALLA AVALLONE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *