GRILLO HA SEQUESTRATO IL VOTO DEGLI ELETTORI DELL’M5S

Grillo, Casaleggio, M5s, governo, Pd, BersaniSono passate due settimane dalle elezioni, e politicamente navighiamo più che mai nel buio. Una cosa però è chiara: una parte degli elettori del Movimento 5 stelle ha votato per rabbia e disperazione, per dare una scossa ai partiti dai quali non si sentiva capita e rappresentata. Capisco, non avevano altri strumenti per farsi sentire, e non sono andati tanto per il sottile, accomunando nella loro condanna chi aveva le responsabilità maggiori e chi invece qualche tentativo lo stava facendo per uscire dalla melma. Hanno sentito le grida di Grillo e hanno deciso di aggiungervi le proprie, senza chiedersi se i programmi e gli eletti erano adatti a governare il Paese in una fase tanto delicata.

Ora però la campagna elettorale è terminata, la scossa è arrivata a destinazione, adesso bisogna provare a trasformare le urla in proposte concrete, compatibili con lo stato dell’economia e con gli impegni internazionali del paese; e dalle proposte passare poi alle alleanze, visto che nessuno – neppure l’M5s – ha ottenuto non dico il 100% dei voti (come vorrebbe Grillo), ma nemmeno il 50%, e neppure la maggioranza relativa, se ci riferiamo alle coalizioni.

 

VOTI CONGELATI DALL’IMMOBILISMO

Magari qualcuno degli elettori grillini qualche idea ce l’avrebbe, su come indirizzare in maniera costruttiva il consenso raccolto. Grillo e Casaleggio però non ne vogliono sapere, secondo me perché qualsiasi alleanza decidessero di stipulare, farebbe esplodere le contraddizioni interne al Movimento. E dunque il voto degli elettori è congelato, messo sotto chiave, a disposizione solo dei due capi e neppure degli eletti, ai quali è stato dato il mandato di discutere della propria organizzazione interna, ma non di fare delle scelte politiche. A chi, come Viola Tesi o gli intellettuali firmatari dell’appello a collaborare col Pd, ha osato fare delle proposte costruttive è stato riservato il consueto pestaggio virtuale sul blog di Grillo. Intanto la situazione del Paese rischia di precipitare di giorno in giorno, senza che i problemi sul tappeto ottengano delle risposte, anche perché – palesemente – la regola del “votiamo di volta in volta” non fa decollare nessun governo.

GLI ELETTORI CHIEDANO DI ESSERE CONSULTATI SULLA LINEA POLITICA

“Vi va bene – mi viene da chiedere agli amici grillini – che del vostro voto si faccia questo non-uso? Che la vostra voglia di cambiare, di costruire qualcosa di diverso sulla scena politica italiana (legge elettorale, taglio dei costi della politica, conflitto di interessi, sblocco dei fondi pubblici ecc) sia sacrificata alla presunta verginità politica di Grillo e Casaleggio? Perché non fate sentire la vostra voce e non chiedete di essere consultati dai capi, invece che lasciar loro decidere al posto vostro?”

GRILLO HA SEQUESTRATO IL VOTO DEGLI ELETTORI DELL’M5Sultima modifica: 2013-03-10T16:54:23+01:00da sergiofrigo
Reposta per primo quest’articolo
Questa voce è stata pubblicata in politica e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

6 risposte a GRILLO HA SEQUESTRATO IL VOTO DEGLI ELETTORI DELL’M5S

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *