LE DEBOLEZZE DELL’AGENDA MONTI: SOTTOVALUTA LA PORTATA DELLA CRISI E NON PUNTA SULL’EUROPA

Monti.jpgNessuno fra i critici di Monti, anche fra i detrattori della sua agenda, ha evidenziato con l’efficacia di Barbara Spinelli, nell’articolo di Repubblica di giovedì, le debolezze della filosofia politica che sta alla base del documento con cui il premier ha deciso la sua “salita in politica”. Manca un’analisi adeguata della crisi strutturale della costruzione europea, sostiene la giornalista (e, aggiungo io, anche delle difficoltà che il binomio crisi-globalizzazione riversa sul nostro sistema economico-sociale-culturale), e di conseguenza anche le ricette rigoriste, che Monti condivide con gran parte dell’establishement continentale, sono insufficienti, soprattutto perchè limitate agli ambiti nazionali. L’alternativa per conseguire una maggiore equità e un maggior sviluppo passa, secondo la Spinelli, per una strada più articolata di quella fin qui prospettata, e per un rilancio del processo federativo che potremmo riassumere efficacemente con lo slogan “più Europa”.

http://www.repubblica.it/politica/2012/12/27/news/moderatamente_europeo-49496435/

LE DEBOLEZZE DELL’AGENDA MONTI: SOTTOVALUTA LA PORTATA DELLA CRISI E NON PUNTA SULL’EUROPAultima modifica: 2012-12-30T10:46:00+01:00da sergiofrigo
Reposta per primo quest’articolo
Questa voce è stata pubblicata in Esteri, politica e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *