“DIETRO” LE CINQUE TERRE: DOPO LE INCHIESTE E L’ALLUVIONE UN ESPERIMENTO ECO-SOSTENIBILE CHE DEVE RIPARTIRE

inque terre,la spezia,val di vara,bonanini,inchiesta,alluvioneCosa c’è “dietro” le Cinque Terre? C’è un “mondo” che non immaginavo, fatto di luoghi incantevoli e persone molto particolari. Loro si definiscono liguri apuani (dalle vicine alpi che torreggiano già dietro a La Spezia), e si sentono imparentati più con i toscani che con gli altri liguri. inque terre,la spezia,val di vara,bonanini,inchiesta,alluvioneI loro antenati diedero sempre molto filo da torcere ai romani, protesi verso la conquista del Ponente; in seguito queste terre, teatro delle scorrerie dei saraceni e poi a lungo contese tra le Repubbliche marinare di Genova e di Pisa, accolsero poeti (Shelley, Byron) e anarchici, il cui proselitismo libertario e anticlericale trovò terreno fertile, soprattutto tra i lavoratori del marmo.

Ancora oggi nell’entroterra incontaminato tra il Vara e il Magra ci sono comuni – da sempre di sinistra – dove il consiglio comunale si riunisce nella casa del popolo. Al tempo stesso è fortissimo il senso di attaccamento al territorio, e la difesa della sua integrità contro la “rapallizzazione” sempre incombente. Qui si incontrano oggi personaggi che incarnano insieme i valori della sinistra ambientalista estrema e un’appartenenza identitaria di stampo leghista, ma anche anarchici il cui individualismo romantico finisce per sfiorare un certo ribellismo liberista, non lontano da certi umori del berlusconismo.

 

IL PARCO E UN PRESIDENTE (INDAGATO) CHE TUTTI RIMPIANGONO

inque terre,la spezia,val di vara,bonanini,inchiesta,alluvioneL’impasto però ha prodotto un esperimento di gestione del territorio abbastanza eco-compatibile che ha assicurato alla popolazione ricchezza diffusa, senza nessuna svendita alla speculazione, com’è avvenuto nelle cittadine limitrofe della costa, anche nelle bellissime Lerici o Portovenere. Merito anche del Parco Nazionale delle Cinque Terre, ora commissariato dopo lo scandalo che ha travolto il suo “padre storico” e presidente Franco Bonanini, finito agli arresti nel 2010 per una lunga serie di reati che vanno dalla truffa ai danni dello Stato, al falso ideologico e materiale, alla corruzione, alla tentata concussione, fino all’associazione a delinquere.inque terre,la spezia,val di vara,bonanini,inchiesta,alluvione

Il fatto è che Bonanini (chiamato il Faraone per la sua gestione allegra dei fondi europei che riusciva a far arrivare copiosi nelle Cinque Terre), qui lo difendono tutti, di destra e di sinistra, e in attesa del processo vero lo hanno già assolto: proprio perché ha difeso il territorio e la sua comunità, bloccato le catene alberghiere e promosso agriturismi, locande, cooperative di guide turistiche, trekking gastronomici, inventato persino la campagna “adotta un muretto”, che ha portato altri soldi dall’estero, senza mettersi in tasca un euro, per sé e per la famiglia.

LA CRISI DEGLI ARRIVI TURISTICI

inque terre,la spezia,val di vara,bonanini,inchiesta,alluvioneIn attesa però che la giustizia faccia il suo corso la gestione del Parco – che si distingueva per l’intraprendenza, la creatività, la capacità promozionale che ne aveva fatto un brand mondiale – è scivolata nell’ordinaria amministrazione, e gli arrivi turistici segnano anche qui (complice certo la crisi) un pesante passivo. Si parla di un calo del 40%, anche se le migliaia di persone che in questi giorni visitano le Cinque Terre in treno o in battello o si accalcano sui sentieri panoramici (spesso a pagamento) che congiungono i paesi, già rimessi a nuovo quasi del tutto dopo la drammatica alluvione di otto mesi fa, non lo darebbero a vedere.

Sotto Portovenere e Tellaro.

 

inque terre,la spezia,val di vara,bonanini,inchiesta,alluvione

inque terre,la spezia,val di vara,bonanini,inchiesta,alluvione

inque terre,la spezia,val di vara,bonanini,inchiesta,alluvione

 

“DIETRO” LE CINQUE TERRE: DOPO LE INCHIESTE E L’ALLUVIONE UN ESPERIMENTO ECO-SOSTENIBILE CHE DEVE RIPARTIREultima modifica: 2012-07-09T01:45:25+02:00da sergiofrigo
Reposta per primo quest’articolo
Questa voce è stata pubblicata in Viaggi e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *