MINZOLINI SOTTO IL 20% DI SHARE: SI È PERSO UN TERZO DEGLI SPETTATORI

Minzolini.jpgProsegue, parallelamente alla caduta di Berlusconi nei sondaggi (e della credibilità del nostro Paese sui mercati internazionali), la caduta degli ascolti del Tg1. L’altra sera la testata di Augusto Minzolini ha toccato uno dei suoi minimi storici, precipitando sotto la soglia del 20% di share (19,42% con 4.308.000 spettatori) e finendo sconfitta dal Tg5 (20,76% con 4.649.000 spettatori).

Evidentemente la miscela letale di editoriali pro-Berlusconi (ieri un altro, contro le richieste di dimissioni che arrivano da tutte le parti), di notizie nascoste (sulle intercettazioni, ma persino i recenti, blandi richiami dell’amico cardinal Bertone sulla moralità in politica), di servizi sulle toelette dei cani e le diete delle suore ha finalmente stomacato gli spettatori, che lo abbandonano in massa.

Ma alla Rai – che si libera di Santoro, che vinceva sistematicamente il confronto dell’Auditel e portava miliardi di pubblicità, che non vuole più il programma dei record di Saviano-Fazio “Vieni via con me”, che manda a bagno il programma della Dandini perché non piace al premier – a questa Rai va bene tenersi stretto un direttore superpagato e sotto accusa per i rimborsi-spese faraonici, ma che si è perso per strada un terzo degli spettatori, e che ieri alle critiche che gli sono piovute addosso da più parti si è permesso di dire che queste cose lo “annoiano”.

MINZOLINI SOTTO IL 20% DI SHARE: SI È PERSO UN TERZO DEGLI SPETTATORIultima modifica: 2011-09-20T10:42:15+02:00da sergiofrigo
Reposta per primo quest’articolo
Questa voce è stata pubblicata in Informazione e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

5 risposte a MINZOLINI SOTTO IL 20% DI SHARE: SI È PERSO UN TERZO DEGLI SPETTATORI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *