GRIDO D’ALLARME PER L’EUROPA. LE COLPE DI MERKEL E SARKOZY

Assorbiti dalle cose di casa nostra non ci rendiamo conto (ma in questo siamo purtroppo in buona compagnia in Europa) che in questa situazione è messa a rischio la cosa più significativa realizzata negli ultimi decenni nel nostro continente: il processo di unificazione europea, che ha consentito a 4-500 milioni persone di vivere in pace per un periodo di tempo lunghissimo, di cooperare insieme e di raggiungere livelli di sviluppo impensabili, almeno nelle nostre latitudini.

I TIMORI DELL’EUROPEISTA JACQUES DELORS

Il grido d’allarme viene lanciato, nella bella intervista di lunedì sul Corriere, dall’ex presidente della Commissione europea Jacques Delors; ma le sue parole mettono in evidenza anche un altro dato molto preoccupante: l’inadeguatezza politica dei due leader europei più importanti, Angela Merkel e Nicolas Sarkozy, Europa, Delors, Merkel, Sarkozy, crisi, Italia, Greciaai quali si deve in qualche misura imputare l’aggravamento della crisi. È come se la democrazia occidentale proprio in questo frangente drammatico si rivelasse incapace di selezionare i suoi dirigenti fra i migliori e si accontentasse solo dei più ambiziosi.

Ma è molto interessante anche quello che Delors sostiene nella seconda pagina dell’intervista, laddove parla dell’esplosione dell’individualismo, che mina alla base le costruzioni collettive, e della scelta comunitaria come unico antidoto agli effetti perversi della globalizzaziona.

 

rassegna_az_152814.pdf

GRIDO D’ALLARME PER L’EUROPA. LE COLPE DI MERKEL E SARKOZYultima modifica: 2011-09-21T02:57:00+02:00da sergiofrigo
Reposta per primo quest’articolo
Questa voce è stata pubblicata in Esteri, politica e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a GRIDO D’ALLARME PER L’EUROPA. LE COLPE DI MERKEL E SARKOZY

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *