I SILENZI SU ANGELO SCOLA (E LA SUA COMMOZIONE PER IL SALUTO DI MARCO CÈ)

ScolaCe.jpegStasera Venezia ha salutato definitivamente il suo Patriarca, Angelo Scola, promosso da Benedetto XVI arcivescovo di Milano. Al di là del cerimoniale, dei discorsi, dei reciproci complimenti, il momento più emozionante è stato quando Scola si è commosso (e non succede tanto spesso) alle parole pronunciate dal suo predecessore, il patriarca Marco Cé, al termine della messa a San Marco, rievocando i momenti in cui Scola andava da lui a confidargli le pene e le fatiche del suo ufficio: “In questi anni sei stato come un fratello per me”.

 

 I due ex patriarchi non potrebbero essere più diversi, per carattere, stile, anche attitudini culturali e politiche (anche se il filo-ciellino Scola vanta un padre vigorosamente socialista, e a sua volta da giovane simpatizzava per la sinistra), ma nella vita di Chiesa a volte prevale il senso di comunità, che fa mettere da parte antipatie, gelosie, reciproci sospetti…

Detto questo va registrato come nonostante Scola non sia stato fra i patriarchi più amati a Venezia (a differenza dallo spirituale, pastorale, ascetico Cè) non c’è stata nessuna voce che abbia pronunciato nei suoi confronti delle valutazioni minimamente critiche: neppure coloro che  ne lamentavano (in privato)  l’eccessiva  “prodigalità” o la scarsa vocazione pastorale. Al massimo gli “antipatizzanti se ne sono stati zitti. In Italia su certi temi e certe persone prevale ancora un’ipocrita prudenza, invece che il piacere di un vigoroso confronto.

A questo proposito vi ripropongo il commento che avevo scritto a giugno, al momento dell’annuncio dell’imminente addio di Scola a Venezia.

 angelo-scola-a-milano-i-chiaroscuri-dei-suoi-anni-a-venezia.html

I SILENZI SU ANGELO SCOLA (E LA SUA COMMOZIONE PER IL SALUTO DI MARCO CÈ)ultima modifica: 2011-09-08T02:30:00+02:00da sergiofrigo
Reposta per primo quest’articolo
Questa voce è stata pubblicata in Religione e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a I SILENZI SU ANGELO SCOLA (E LA SUA COMMOZIONE PER IL SALUTO DI MARCO CÈ)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *