TUTTI I MEDIA DEL CARROCCIO IN MANO A RENZO BOSSI

IL COMMENTO DELL’INTERESSATO:

“Accidenti, ora dovrò imparare a leggere!”

di Marco Cremonesi – Corriere della Sera, 22 febbraio

Trota.jpgLa Padania, Radio Padania Libera e Tele Padania: da lunedì scorso è lui il responsabile del network leghista Renzo Bossi al posto di Stefano Stefani: il sottosegretario agli Esteri molla la carica di responsabile dei media della Lega Nord, e la carica passa al figliolo del Senatùr, come deciso dal padre Umberto su proposta di Roberto Calderoli.

LA SCENA MEDIATICA – Stefani non ha mai influito nelle scelte editoriali, lasciando La Padania, Radio Padania Libera e Tele Padania libere di muoversi. Ma, dopo la figuraccia rimediata con l’ok e poi lo stop alla Annunziata, hanno dato la sensazione di una gestione maldestra, che adesso potrebbe terminare. “L’incarico a Renzo – scrive Marco Cremonesi – va appunto in questa direzione, e cioé di superare l’ordine sparso con cui fin qui si è mosso il settore media del movimento. Resta il fatto che il disorientamento degli organi di informazione è soltanto il riflesso di un più generale problema di timone politico. I colonnelli padani non si stancano di ripeterlo: nessuna divisione. Eppure ogni giorno si segnalano episodi che fanno pensare a una certa perplessità”. Come le battute di Bossi su Maroni e la sua voglia di andare al mare, oppure il mancato invito ai vertici varesini all’incontro con Bossi e Reguzzoni, organizzatori dell’iniziativa.

VITTORIA DA CONSIGLIERE – Intanto, il «Trota» ha appena incassato la sua prima vittoria da consigliere regionale. Relatore di un progetto di legge sul tema della legalità approvato all’unanimità dall’aula del Pirellone. Per lui, per il figlio del «gran capo» lumbard, arrivano gli applausi anche dagli avversari politici di sempre. Persino il capogruppo dell’Italia dei Valori, per dire, alla fine si avvicinerà a Bossi junior per complimentarsi. Il progetto di legge istituisce una giornata in ricordo delle vittime della criminalità organizzata e uno specifico osservatorio sulla legalità. Un documento scritto a più mani e condiviso da tutto il parlamentino lombardo. «Una legge fatta dai giovani e destinata ai giovani», sintetizzerà un consigliere. Col Pd che rivendica però il ruolo di assoluta protagonista: «Il nostro contributo nei passaggi salienti della legge è stato fondamentale», dice per esempio Franco Mirabelli.

TUTTI I MEDIA DEL CARROCCIO IN MANO A RENZO BOSSIultima modifica: 2011-02-23T16:42:57+01:00da sergiofrigo
Reposta per primo quest’articolo
Questa voce è stata pubblicata in Caro Zaia, Informazione, politica e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a TUTTI I MEDIA DEL CARROCCIO IN MANO A RENZO BOSSI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *