SPERIAMO CHE IL PARADISO NON ESISTA

Etiopiabambini

 

 

Idomeni

 

 

 

Guardo in televisione

i bambini che sorridono

nei campi profughi in Etiopia

e vorrei trovare le parole

per dire la mia vergogna

di europeo per Idomeni.

 

Mi siedo a tavola e mangio,

vado al cinema, al bar, in vacanza,

mi corico nel letto e cerco di dormire,

ma penso che nessuna parola

basterà a farmi assolvere

se domani, nell’aldilà,

ci sarà davvero un paradiso,

o un inferno,

ad attenderci.

S.F.

SPERIAMO CHE IL PARADISO NON ESISTAultima modifica: 2016-03-17T10:41:09+01:00da sergiofrigo
Reposta per primo quest’articolo
Questa voce è stata pubblicata in immigrazione e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *