ALDROVANDI: CITTADINANZA DI BOLOGNA ALLA MADRE, PDL-LEGA DICONO NO

Aldrovandimanifestaz.jpgNei giorni scorsi in Senato si erano alzati in piedi esponenti di tutti gli schieramenti in segno di solidarietà con la mamma di Federico Aldrovandi, oggetto di una becera manifestazione del Cosip, ma la solidarietà bipartisan è durata ben poco.
A dimostrazione che le sgradevoli esternazioni in merito di Giovanardi (“Sono vittime anche quei poliziotti”) non sono isolate, si è registrato oggi un duro scontro in consiglio comunale a Bologna sulla proposta, avanzata dal centrosinistra, di conferire la cittadinanza onoraria a Patrizia Moretti. Pdl e Lega, infatti, non hanno intenzione di votare la delibera, in polemica col metodo e non con il suo contenuto di solidarietà alla Moretti.
«Sono marchette, votatevele da soli», ha detto il capogruppo leghista Manes Bernardini, prima di asciare l’aula insieme al suo gruppo. Per Marco Lisei, capogruppo Pdl, si tratta di una «forzatura», perché «per motivi strumentali, avete bisogno di un titolo sul giornale».
La discussione sulla delibera, proposta dal consigliere comunale Benedetto Zacchiroli e controfirmata, tra gli altri, anche dalla presidente Simona Lembi e dal Movimento Cinque Stelle, al momento è ancora in corso.
ALDROVANDI: CITTADINANZA DI BOLOGNA ALLA MADRE, PDL-LEGA DICONO NOultima modifica: 2013-04-03T16:52:21+02:00da sergiofrigo
Reposta per primo quest’articolo
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

2 risposte a ALDROVANDI: CITTADINANZA DI BOLOGNA ALLA MADRE, PDL-LEGA DICONO NO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *