LA GUERRA DEI BAMBINI: LE PICCOLE VITTIME DI GAZA COME BOMBE UMANE CONTRO ISRAELE

Gaza.jpg

Ho da sempre una grossa resistenza a prendere posizione sullo scontro fra Israele e palestinesi; l’ho presa forse come una delle più gravi questioni del nostro tempo, con cui bisogna convivere perchè non si vedono – come sempre quando il conflitto è fra ragioni irriducibili – soluzioni possibili in vista. Nei giorni scorsi ho firmato comunque la seguente petizione, anche se so che queste iniziative lasciano il tempo che trovano. ?fZYTydb&pv=40#Jump

Oggi leggo su quasi tutti i giornali il titolo “La guerra dei bambini”, e vedo foto terribili, e leggo testimonianze strazianti sulle piccole vittime. Gad Lerner commenta che Israele come al solito sta per vincere l’ennesima guerra ma per perdere per l’ennesima volta la pace.

Luca Telese su Pubblico spara invece una fotona col titolo “Se fossero i tuoi figli”. D’accordo, colpito e affondato. Però vedendo questi piccoli cadaveri esibiliti dai loro genitori, queste foto moltiplicate per milioni di volte sui giornali, sui siti, nei blog, non posso fare a meno di pensare che quei bimbi siano stati uccisi due volte: prima dalle bombe israeliane, poi – metaforicamente – dai loro stessi padri, che li usano come bombe umane lanciate contro Israele. E forse anche contro la nostra indifferenza.

E’ come se quei bambini, vissuti sempre nella guerra, non avessero diritto a un po’ di pace neppure dopo la morte.

Gaza, bambini, Israele, guerra

LA GUERRA DEI BAMBINI: LE PICCOLE VITTIME DI GAZA COME BOMBE UMANE CONTRO ISRAELEultima modifica: 2012-11-19T11:55:00+01:00da sergiofrigo
Reposta per primo quest’articolo
Questa voce è stata pubblicata in Esteri e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a LA GUERRA DEI BAMBINI: LE PICCOLE VITTIME DI GAZA COME BOMBE UMANE CONTRO ISRAELE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *