CONFESSO: HO DEI PRIVILEGI. A CUI NON INTENDO RINUNCIARE

 
Cari amici,
   in questo momento di crisi in cui tutti dobbiamo rinunciare a qualcosa, è venuto il tempo di confessare alcuni privilegi che mi trovo a detenere. E ai quali, per la verità, non ho alcuna intenzione di rinunciare. Anche perchè non è necessario che io vi rinunci perchè altri li possano condividere. privilegi
 

1 – Mi sono conquistato il privilegio (ma forse c’entra anche la fortuna) di poter anteporre le relazioni personali (i famosi rapporti umani) alle ragioni professionali. Non è scontato, in un lavoro in cui lo scoop e la ruffianeria si contendono il primato, e in un momento in cui a qualcuno tocca sempre più spesso l’ingrato compito di licenziare qualcun’altro.

 
2 – Posso farmi fregare (anche perchè è troppo faticoso stare sempre all’erta), ma non mi faccio pestare i piedi da nessuno. E’ una scelta costosa, ma per fortuna posso permettermela. E vi assicuro che ripaga in dignità e prestigio.
 
3 – Ho imparato che è meglio essere sconfitti che rinunciare. Sempre che la sconfitta annunciata non sia irreparabile. Allora anche un prudente ripiegamento può avere la sua dignità. E purchè insistere non prolunghi inutilmente un’agonia.
 
4 – Con l’età una certa saggezza mi consente di guardare a chi fa, o deve fare, il contrario di tutto questo con ironica condiscendenza invece che con sordo disprezzo. Ciò che ci dà l’essere in pace con noi stessi compensa la frustrazione di veder premiato il demerito altrui.
CONFESSO: HO DEI PRIVILEGI. A CUI NON INTENDO RINUNCIAREultima modifica: 2012-04-28T03:05:00+02:00da sergiofrigo
Reposta per primo quest’articolo
Questa voce è stata pubblicata in personale e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *