DIETRO LO STALLO SULLO STATUTO C’E’ UNA REGIONE CHE NON SA PIU’ CHE COS’E’

Regione.jpegNon ricordo esattamente la data, ma doveva essere il 1995 quando l’allora presidente della Regione Veneto Giancarlo Galan (non c’era ancora il vezzo di chiamarli governatori) annunciò nel corso di un dibattito dagli Industriali di Vicenza a cui avevo accompagnato Giorgio Lago che il Veneto sarebbe stata, in tempi brevissimi, la prima Regione a dotarsi di uno Statuto. L’allora direttore del Gazzettino mi disse di telefonare subito al giornale e di prenotare la prima pagina per quell’annuncio, e poi ci lavorammo su parecchio nei giorni successivi.

Come sia andata lo abbiamo visto tutti, nei 17 anni successivi, compreso l’ultimo colpo di scena delle dimissioni del navigatissimo presidente dell’apposita commissione, Carlo Alberto Tesserin, nella speranza – forse – di dare ai colleghi la scossa necessaria per approvare il documento la prossima settimana, prima della sosta estiva.

Non entro nel merito delle questioni recenti, ma rilevo solo un aspetto generale: lo statuto è la carta di identità di un’istituzione, rappresenta quello che essa pensa di se stessa e che vuole trasmettere all’esterno, ispirandovi tutte le sue normative successive. Ebbene, questa lunga attesa dice che in questi 17 anni la nostra Regione non ha saputo cosa dire di se stessa, perché probabilmente non sa bene che cos’è. E non è che le manchino le idee sulla propria identità, il fatto è che probabilmente ne ha troppe, e tutte fra loro inconciliabili, e che la politica non riesce a farne sintesi, se non – forse – ipotizzando un compromesso al ribasso.

Non so se la sinistra avrebbe avuto la capacità, in questi anni, di imporre una mediazione più elevata, so che questo, per il momento, è il problema principale di una coalizione (Pdl-Lega) sulla carta fortissima, ma politicamente molto divisa. E con divisioni che riflettono la frammentazione stessa – politica, sociale, culturale, persino etica – della nostra comunità regionale.

DIETRO LO STALLO SULLO STATUTO C’E’ UNA REGIONE CHE NON SA PIU’ CHE COS’E’ultima modifica: 2011-07-29T11:43:00+02:00da sergiofrigo
Reposta per primo quest’articolo
Questa voce è stata pubblicata in Caro Zaia, politica e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *