CI SONO O CI FANNO? LA MINETTI AD ESEMPIO: “NON MI RENDEVO CONTO, SONO ANCORA UNA BAMBINA”. PER NON DIRE DI SGARBI E SACCONI

Minetti3.jpg“Ho solo 25 anni”, ha detto nei giorni scorsi la Minetti ai giudici, appellandosi alla giovane età e all’inesperienza per spiegare che non si rendeva conto di commettere reati gestendo le ragazze che – a pagamento – allietavano le serate del satrapo di Arcore.

Peccato non abbia fatto la stessa considerazione quando ha intrecciato (ancora parole sue nello stesso interrogatorio, pare) “una profonda relazione affettiva” con lo stesso signore, che ha tre volte la sua età. Oppure quando, per decisione dello stesso, ha intrapreso la carriera politica partendo direttamente dal Consiglio regionale lombardo, a 10mila euro al mese.

E PERCHÉ NO BERLUSCONI? “SONO QUASI UN OTTUAGENARIO”

A questo punto potrebbe provarci anche Berlusconi: “Signor giudice, vado per i 75: sono un po’ rinco… Quelle ragazze che giravano per casa mia credevo fossero badanti”

VITTORIO SGARBI: “AMICHE, NON PROSTITUTE”

L’esperto Vittorio Sgarbi scrive sul Giornale di famiglia (e dove, se no?) Sgarbi3.jpegche quelle ragazze non sono prostitute, perché Berusconi intrattiene con loro rapporti di amicizia, mentre le prostitute sono e restano sconosciute all'”utilizzatore finale”. Le amiche del critico sono avvisate su cosa intende lui per amicizia…

E SACCONI ALLORA? “OGNI LEADER MODERATO NEL MIRINO DEI GIUDICI”

sacconi.jpgIl ministro del Lavoro Maurizio Sacconi alla Stampa: “Un passo indietro di Berlusconi non risolverebbe nulla. L’iniziativa mediatico-giudiziaria della magistratura politicizzata investirebbe qualunque altro leader moderato”.

Leader moderato Berluscoooniii? E poi perché i giudici dovrebbero prendere di mira “qualunque altro leader moderato”?A meno che per “leader moderato” il ministro non intenda esattamente politici arricchitisi rapidamente e in maniera opaca, che si sono messi in politica per rafforzare il proprio impero economico e mediatico, che fanno approvare leggi a proprio esclusivo beneficio, che si riempiono la casa di ragazzine compiacenti che poi fanno stipendiare dallo Stato, introducendole in politica o alla Rai, e infine che telefonano al questore di turno per farle rilasciare una volta che finiscono nei guai con la legge eccetera eccetera?

E si stupisce, ministro, che qualche giudice si ponga qualche interrogativo?

CI SONO O CI FANNO? LA MINETTI AD ESEMPIO: “NON MI RENDEVO CONTO, SONO ANCORA UNA BAMBINA”. PER NON DIRE DI SGARBI E SACCONIultima modifica: 2011-02-01T02:28:00+01:00da sergiofrigo
Reposta per primo quest’articolo
Questa voce è stata pubblicata in politica, Satira e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a CI SONO O CI FANNO? LA MINETTI AD ESEMPIO: “NON MI RENDEVO CONTO, SONO ANCORA UNA BAMBINA”. PER NON DIRE DI SGARBI E SACCONI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *