Stradine e sentieri dell’Altopiano, un patrimonio trascurato

//sergiofrigo.myblog.it/media/00/02/4203632040.7.JPGL’Altopiano dei Sette Comuni possiede un patrimonio ricchissimo di carrarecce e sentieri ormai in disuso, abbandonati e sommersi dalle erbacce, come questo che porta(va) da Contrada Lamara alla  strada per il monte Interrotto.

Opportunamente sfruttato, potrebbe essere un valore aggiunto per l’Altopiano, sia in termini turistici che storico-culturali, permettendo a chi ama questa terra di scoprirne angoli vicini di grande suggestione, ma del tutto sconosciuti.

PERCHE’ NON ORGANIZZARE UNA CAMPAGNA DI LAVORO VOLONTARIO PER IL RECUPERO?

Ma considerato che di questi tempi non ci sono le risorse pubbliche per ripristinare questi percorsi, propongo agli amici di Mobilità Dolce Altopiano (vedere la loro bellissima pagina Facebook) di promuovere una specie di campo di lavoro, per volontari che accettino di prestare gratuitamente un po’ del loro tempo quanto meno per tagliare e rimuovere le erbacce, rendendo quindi questi percorsi di nuovi percorribili. E poi naturalmente ci sarebbe tutto il capitolo della segnaletica, su cui non mi soffermo adesso.

Io personalmente metterei volentieri a disposizione qualche ora per restituire all’Altopiano un po’ della sua originaria bellezza. 

altopiano,mobilità dolce,sentieri,stradine,camminare

altopiano,mobilità dolce,sentieri,stradine,camminare

Stradine e sentieri dell’Altopiano, un patrimonio trascuratoultima modifica: 2013-08-15T18:24:00+02:00da sergiofrigo
Reposta per primo quest’articolo
Questa voce è stata pubblicata in Nordest, società e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Stradine e sentieri dell’Altopiano, un patrimonio trascurato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *