OGGI, INVECE, POESIA… A SERENA DAL BORGO IL PREMIO CAMPOSAMPIERO

Turoldo.jpgStanchi delle esternazioni di Berlusconi & c., di crisi e spread? Provate a leggere alcuni di questi versi, sono belli e… gratuiti: appartengono ai finalisti del 21. Premi Camposampiero di Poesia religiosa, che è stato consegnato questa mattina nella cittadina padovana.

I loro nomi sono Paolo Butti, con “Nel cuore della Madre”; Marco Cian, con “L’arca”; Serena Dal Borgo, con “Non ancora”, e Luigi Riceputi, con “Di un’altra luce”; li ha selezionati una giuria presieduta da Antonia Arslan, e composta da Elda Forin Martellozzo, Siobhan Nash Marshall, Alessandro Rivali e dal sottoscritto.

A imporsi è stata la bellunese Serena Dal Borgo, di Farra d’Alpago, premio camposampiero,serena dal borgo,turoldo,arslan,dal borgo,cian,riceputi,buttiche nella sua opera affronta con versi sobri e intensi temi come il dolore della tragedia del Vajont, la lacerazione per la scomparsa di un amico, la fatica del credere.

La Dal Borgo si è aggiunge a una lista che comprende fra gli altri Mario Luzi, Bino Rebellato, Fernando Bandini, David Maria Turoldo (che presiedette la giuria dall’82 al ’92), Silvio Ramat, Giovanni Raboni e la russa Ol’ga Sedakova.

Ecco il link col programma:

 http://www.premiopoesiacamposampiero.it/

PAOLO BUTTI

 

MARIA CON GESÙ

 

Riposa, figlio mio, insieme a me

al palpito sommesso della notte,

al suo profumo che ci avvolge lieve

al canto irripetibile di madre…

insieme… tu ed io… in questo abbraccio,

in questo nostro tenero abbandono.

Riposa, figlio mio, insieme a me

al battito del cuore innamorato,

di questa vita fragile ed eterna

che trova nella tua la sua armonia.

Riposa, bene mio, sopra il mio petto

al chiaro dei miei occhi sconfinati

ove s’avviva dolce la tua luce.

Affidati, Signore, a queste braccia,

a questo corpo che mi hai fatto santo

perché Ti fossi nella gioia madre

e tenera difesa e protezione

e fino in fondo, all’ultimo respiro.

Concedimi di farti tuo strumento,

figura e segno della perfezione

nel tuo donarTi a me e a tutti i figli

tu Padre mio e Padre di ogni vita.

da “Nel cuore della Madre” (Ed. Feeria)

 

MARCO CIAN

 

CORO

 

La città

avrà strade di biancofiore

e monumenti senza forma,

piazze senza centro

e nessuna cinta.

 

Lungo ogni direzione

si giungerà allo stesso luogo

e da ogni punto partiranno

tutte le strade.

 

Cosicché non si abbiano dubbi

sul nome che le avremo impresso,

in chi vi entrerà

o in chi vi farà ritorno.

da L’Arco (ed. Del Leone)

 

SERENA DAL BORGO

 

D’ACQUA E FANGO

(…)

Ave Maria madre benedetta

piena di grazia madre di Cristo

madre addolorata madre colpita

Fa’ che torni. Fa’ che i filari

s’alzino al manto azzurro.

Fa’ che il manto ci porti in Signore.

Ave Maria mio figlio è morto.

Tuo figlio è risorto. Ave Maria

Madonna di Dia, Santa Benedetta.

Tuo figlio in croce.

Mio figlio in acqua. Ave Maria

piena d’amore piena di dolore

ti ho dato tutto il corpo

che veniva dal mio corpo.

da “non ancora” (Book Editore)

 

LUIGI RICEPUTI

 

NEVE

 

Sono più banchi i tocchi delle campane

e i passi della gente.

Più bianchi i campi della mente

 

LUCE D’INVERNO

 

Come sorgente di montagna

scende dall’alto nella valle

limpida luce fresca

che brilla e si mescola

nel cristallo dell’aria.

Nella parca mensa della campagna

la riceve, virgola, la beve allegra l’anima

a sorsi a fiotti, dalla bocca dagli occhi.

 

Da “Di un’altra luce” (ed. Moretti&Vitali)

 

 

OGGI, INVECE, POESIA… A SERENA DAL BORGO IL PREMIO CAMPOSAMPIEROultima modifica: 2012-12-09T19:09:04+01:00da sergiofrigo
Reposta per primo quest’articolo
Questa voce è stata pubblicata in cultura e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a OGGI, INVECE, POESIA… A SERENA DAL BORGO IL PREMIO CAMPOSAMPIERO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *