PECHINO-LONDRA: DALLE ULTIME OLIMPIADI SEMBRA PASSATO UN SECOLO

Olimpiadi.jpegA confronto con quella di ieri a Londra l’inaugurazione delle Olimpiadi di Pechino, quattro anni fa, con i suoi effetti speciali, i suoi numeri fantasmagorici, le masse in movimento, sembrava fantascienza, trasmetteva un’idea di potenza e di proiezione verso il futuro di cui oggi non c’è più traccia (neppure in Cina, ritengo).Pechino.jpeg

I quattro anni trascorsi sembrano essersi riavvitati su se stessi, ed è questo forse l’effetto più visibile della crisi: almeno in Occidente ben pochi sembrano aver conservato la certezza che il futuro è nelle nostre mani, e che possiamo determinare noi come sarà, e che in ogni caso sarà più ricco e sicuro del passato.

L’AUTO-RAPPRESENTAZIONE INGLESE: UNA IRONICA, DRAMMATICA BATTAGLIA DIFENSIVA

Ho apprezzato l’ironia con cui l’Inghilterra (con la regia di Danny Boyle e la sorprendente partecipazione della Regina) ha rappresentato se stessa, e anche la completezza e sostanziale onestà del racconto, l’orgoglio con cui ha rivendicato le sue conquiste, che poi sono il nostro patrimonio comune: la libertà, la pace, la sicurezza, il welfare, il benessere diffuso, e mi è piaciuta l’idea sottesa che poiché tutto questo costituisce la nostra comune identità occidentale, esso vada difeso con le unghie e con i denti (se restassero ancora unghie e denti ad una società così precocemente invecchiata).

Questo però è appunto il problema: che questa oggi è diventata una battaglia difensiva. Ma difendere libertà, pace e sicurezza, nelle condizioni attuali e nel contesto globale, significa dover condividere (e quindi ridurre) la nostra quota di benessere e di welfare. Dura da mandar giù…

PECHINO-LONDRA: DALLE ULTIME OLIMPIADI SEMBRA PASSATO UN SECOLOultima modifica: 2012-07-29T10:23:42+02:00da sergiofrigo
Reposta per primo quest’articolo
Questa voce è stata pubblicata in costume, società, sport e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a PECHINO-LONDRA: DALLE ULTIME OLIMPIADI SEMBRA PASSATO UN SECOLO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *