CACCIARI E I TASSISTI POCO AGGIORNATI. DISCRIMINAZIONI A JESOLO

cacciari.jpgMi dispiace, naturalmente, per Massimo Cacciari, aggredito e insultato a Genova da un gruppo di tassisti scalmanati, che gli imputavano la corresponsabilità “politica” delle liberalizzazioni del settore. Ma che diamine, gli hanno gridato contro “Bravi, bravi, voi del Pd ci avete fatto un bel regalo” dopo tutta la fatica che sta facendo da anni per far dimenticare di essere stato di sinistra!?! Si aggiornassero almeno!

 

JESOLO, SINDACO CONDANNATO, DISCRIMINÒ UNA COPPIA MISTA

Non vorrei che passasse sotto silenzio la notizia che la Corte dei Conti ha condannato il sindaco di Jesolo, Francesco Calzavara, alcuni suoi assessori e dirigenti comunali, al pagamento di quasi 10mila euro di spese legali per aver negato un buono casa  previsto dalla città per le giovani famiglie, a una coppia di concittadini. Il motivo? Lui – Nazzareno Fuser – è jesolano doc, lei però – Nicora Snejana – ha il grave torto di essere moldava.Calzavara.jpeg

Arriva così all’epilogo una brutta storia che aveva visto il comune veneziano opporsi per ben due volte in Tribunale al ricorso presentato da Fuser, ed essere per due volte sconfitto. “Volevamo tutelare le coppie jesolane”, si era giustificato il sindaco all’indomani della disfatta giudiziaria. In realtà non è la prima volta che delle amministrazioni leghiste per ostacolare l’integrazione degli immigrati finiscono per danneggiare i residenti e la propria comunità, rinunciando ad esempio ai fondi nazionali per l’edificazione di case pubbliche, che richiamano gli “stranieri”.

Vedremo se stavolta gli amministratori jesolani almeno pagheranno di tasca propria.

CACCIARI E I TASSISTI POCO AGGIORNATI. DISCRIMINAZIONI A JESOLOultima modifica: 2012-01-22T12:19:39+01:00da sergiofrigo
Reposta per primo quest’articolo
Questa voce è stata pubblicata in politica e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a CACCIARI E I TASSISTI POCO AGGIORNATI. DISCRIMINAZIONI A JESOLO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *