CACCIARI-GALAN, C’ERAVAMO TANTO AMATI…

CacciariGalanMassimo Cacciari – in un’intervista di Roberta Brunetti sul Gazzettino – in merito all’arresto di Galan riconosce di aver avuto una forte sintonia con l’ex governatore su molti progetti (sviluppo dell’aeroporto di Venezia, rilancio del Lido, assetto degli ospedali), poi aggiunge però che è una persona molto leggera, culturalmente e politicamente, anche simpatica dal punto di vista umano… ma del tutto dipendente da Silvio Berlusconi.
Sottoscrivo, per come l’ho conosciuto io: personaggio molto divertente, se dimenticavi per un attimo chi era e da dove veniva, e con spunti interessanti da vero liberale, in particolare sui diritti civili.
Comunque, a parte tutto quello che è emerso negli ultimi tempi sul sistema-Mose, e su uno stile di gestione del potere che evidentemente c’era già a monte, Galan si porta dietro gravissime pecche nella conduzione del ministero dei Beni Culturali, dalle responsabilità nella spoliazione della biblioteca dei Girolamini ad opera del suo “sodale” Massimo Marino De Caro, al tentativo fallito in estremis di allontanare Paolo Baratta dalla presidenza della Biennale, per sostituirlo con l’amico Giulio Malgara.
Ma per tornare a Cacciari voglio riproporvi un perfido divertissement che ho confezionato qualche anno fa, e che lo vede protagonista assieme a Galan…

http://youtu.be/tDIJMmhH4Dk

CACCIARI-GALAN, C’ERAVAMO TANTO AMATI…ultima modifica: 2014-07-23T17:23:11+02:00da sergiofrigo
Reposta per primo quest’articolo
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *