SERGIO ROMANO (PREMIO MASI): “NON CAPISCO IL PAPA QUANDO DICE CHE CI DOBBIAMO VERGOGNARE SU LAMPEDUSA”

LampedusaBare.jpg“Il Papa? Mi ricorda un caudillo sud-americano, sempre in bilico fra popolarità e populismo. E su Lampedusa ha sbagliato a parlare di vergogna: ci si vergogna di qualcosa di cui si è responsabili, ma in questo caso esattamente chi è responsabile di cosa?”

Non indulge certo ai buoni sentimenti, e neppure forse alla diplomazia, l’ex ambasciatore Sergio Romano, che sabato a Verona ha ricevuto il Premio Masi. La sua analisi, come si può vedere dalla video-intervista che segue, è improntata però ad un pragmatico realismo, che in certi passaggi risulta sgradevole nel suo punto di vista prettamente occidentale e fortemente utilitaristico dei fenomeni sociali, ma che costringe a fare i conti con il mondo com’è, e non come ci piacerebbe che fosse. Indubbiamente su questo pensiero sono basate tutte le politiche europee (e non solo) sull’immigrazione. Che ormai – tra l’altro – fanno sempre più fatica ad accogliere anche profughi e richiedenti asilo.

SERGIO ROMANO (PREMIO MASI): “NON CAPISCO IL PAPA QUANDO DICE CHE CI DOBBIAMO VERGOGNARE SU LAMPEDUSA”ultima modifica: 2013-10-06T16:54:00+02:00da sergiofrigo
Reposta per primo quest’articolo
Questa voce è stata pubblicata in immigrazione, Video. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *