L’IRLANDA SI DIVERTE, L’ITALIA ROSICA

Irlanda arrivederci, con un ultimo giro di souvenir. Si rientra in Italia dopo una dozzina di giorni di semi-digiuno intormativo e il primo pensiero che ti aggredisce è: “Oddio, qui c’è ancora Berlusconi a monopolizzare l’attenzione, persino più della crisi in Medio Oriente”. Il Paese, in particolare la destra, non riesce ancora a liberarsene. Inconcepibile ovunque.

foto-108.JPGSecondo pensiero: l’Irlanda appare fuori dalla crisi, più allegra e vitale (è piena di bambini e di ragazze incinte), sicuramente animata da maggiore socialità e senso di appartenenza di noi (basta frequentare un po’ di pub dove la gente canta insieme le canzoni popolari), aperta alle novità (c’è il WiFi libero praticamente dappertutto, anche nei posti più sperduti). Ecco comunque qualche ultima immagine di situazioni divertenti, prima di farmi assorbire dalla quotidianità…


Lo sapete ad esempio che in Irlanda c’è ancora la lira? Eccola, sul retro delle monete.foto (64).JPG

Ecco qui, invece, alcuni “dubliners” (a destra una chiromante “vista in televisione – dice il cartello – Riceve anche senza appuntamento”, a fianco un valletto in un negozio di lusso)

foto (63).JPG foto.jpg

foto-105.JPG









Qui sotto invece i turisti del “tour vichingo”: sono trascinati in giro per la città con un mezzo improbabile, le corna in testa, e incoraggiati a emettere a ogni momento urla belluine

 

foto (67).JPG foto (66).JPG

Non c’è solo baldoria, naturalmente, Dublino è una città di cultura:

ci tornerò su, intanto vi faccio vedere lo studio di Francis Bacon

ricostruito nella Galleria cittadina: per chi non crede al motto

“genio e sregolatezza”. 

foto-107.JPG

 

 

 

 

 

 

 

E per finire l’esibizione di un gabbiano, sulla penisola di Dingle.

L’IRLANDA SI DIVERTE, L’ITALIA ROSICAultima modifica: 2013-08-29T13:59:00+02:00da sergiofrigo
Reposta per primo quest’articolo
Questa voce è stata pubblicata in Viaggi e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *