PAPA CHECCO SI DIVERTE. PER IL MOMENTO

Papa Francesco, Chiesa, curia, Vaticano, secolarizzazione, cattoliciVoi dite quello che volete, ma se c’è una persona che si diverte come un matto col suo nuovo lavoro, quella mi sembra Papa Checco. Se ne va in giro per la città, scherza con tutti, abbraccia e si fa dare le pacche sulle spalle, rovescia consuetudini e aspettative, rivela particolari inediti sul conclave…

Sono passati solo cinque giorni dalla nomina e sembra già essere riuscito a dare una bella rinfrescata alla facciata grigia e sbrecciata della Chiesa. Per la sostanza vedremo, ma intanto tanto di cappello!

La domanda adesso è “quanto durerà?”. Non tanto lui e i suoi gesti, piuttosto quanto durerà la sorpresa per questi suoi comportamenti, che è la condizione per mantenere vivo l’interesse dei media, a sua volta alla base (credo) di buona parte dell’affettuosa attenzione conquistata dal Papa in questi giorni e della stessa emozione positiva che sembra animare ora tanti fedeli, dopo le grevi pesantezze che negli ultimi anni ne avevano allontanato molti.

 

MA PRESTO DOVRÀ METTERE MANO AI PROBLEMI REALI, SENZA I “SUPER-POTERI”

I problemi strutturali della Chiesa sono tutti ancora sul tappeto, sia quelli interni (gli assetti della Curia, i rapporti fra Papa ed Episcopato, la disaffezione dei fedeli) sia soprattutto quelli esterni (la secolarizzazione, l’individualismo, il primato dell’economia sullo spirito). E non credo che basterà un (eventuale) Superpapa a risoverli.

Certo Papa Checco ha scelto di abbandonare i “super-poteri” con i quali la Chiesa ha cercato fino ad ora, maldestramente, di tamponare la situazione: la maestà dei riti e dei paramenti, il ricorso alla mediatizzazione spinta (Giovanni Paolo II), l’autorità dei suoi pronunciamenti (inficiata dalla meschinità di molti comportamenti dei suoi esponenti). Lui ora pare scommettere tutto sulla genuinità dell’ispirazione evangelica, sulla spontaneità degli atteggiamenti, sull’attenzione agli ultimi, sul calore umano.

ALLORA IN TANTI SMETTERANNO DI AMARLO

Ma verrà presto i tempo in cui dovrà mettere con decisione le mani nelle piaghe aperte, tagliare, amputare, risanare. Dovrà scontrarsi coi confratelli, e insieme con i poteri forti (ma anche con le tendenze egemoni nel nostro tempo) che portano il mondo in tutt’altra direzione. Non sarà affatto indolore. Non tutti lo lasceranno operare tranquillamente. E non tutti continueranno ad amarlo.

PAPA CHECCO SI DIVERTE. PER IL MOMENTOultima modifica: 2013-03-18T11:59:22+01:00da sergiofrigo
Reposta per primo quest’articolo
Questa voce è stata pubblicata in Religione e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *