BONSEMBIANTE: ZAIA SI FA BELLO DEI TRIONFI DI “IO SONO LI”, MA AZZERA LA FILM COMMISSION


IosonoLi.jpgQuesta è una nota diffusa da Francesco Bonsembiante della Jolefilm, produttore del pluripremiato “Io sono Li” (Ps: il Fontana citato è parlamentare europeo della Lega)

di FRANCESCO BONSEMBIANTE*

“Io sono Li” ha vinto il Lux Prize 2012, istituito dal Parlamento Europeo, che viene assegnato annualmente al film che meglio riflette la ricchezza e la diversità delle culture europee. Come produttore del film ero a Strasburgo a condividere col regista Andrea Segre l’emozione della proclamazione e della consegna del Premio dalle mani del Presidente Martin Schulz.

Al ritorno ho letto il comunicato del Presidente della Regione Veneto Luca Zaia che ringrazio per l’attenzione al premio ma che mi ha sorpreso per alcune affermazioni. Il Presidente ringrazia “l’On. Fontana e quanti a Venezia hanno lavorato per ottenere questo premio”: ringraziamenti francamente incomprensibili; il premio viene infatti assegnato dai parlamentari europei a uno dei tre film selezionati da una Commissione composta da membri della European Film Academy. Dai Parlamentari Europei “Io sono Li” ha ricevuto voti in modo assolutamente trasversale sia dal punto di vista geografico che politico: non si capisce il ruolo che avrebbero avuto l’onorevole Fontana o qualche veneziano.

Non vi è dubbio che questo film ha una forte matrice veneta non solo dal punto di vista artistico ma anche produttivo: a fronte di un contributo della Regione pari al 7% del costo complessivo del film, le imprese venete hanno contribuito per il 30%; gli imprenditori veneti hanno condiviso con noi la volontà di raccontare un Veneto diverso dove l’altro, l’emigrante, è una persona che prova le stesse emozioni gli stessi dolori, le stesse gioie che proviamo noi e in cui si afferma con chiarezza che è attraverso l’ascolto, l’accoglienza, il rispetto che si affronta ill tema dell’immigrazione e non infondendo paura come ha fatto in questi anni il partito del Presidente. Per questo il mio grazie più sincero va alle Società Marfin, Tasci, Bencom, Nordesteuropa e Davde Orsoni.

Ricordo inoltre al Presidente che il fondo della Film Commission della nostra Regione che era pari ad euro 700.000, è stato tagliato del 50% dall’Amministrazione Zaia, decretandone, nella sostanza, la fine. Mi auguro pertanto che questo Premio faccia riflettere gli Amministratori della nostra Regione per un rilancio della Film Commission facendola diventare una struttura a se stante, non gestita direttamente dalla Regione, dotandola di un fondo adeguato per richiamare le produzioni nel nostro territorio che per location, competenze e strutture logistiche avrebbe pochi rivali in Italia.

Il Veneto non ha saputo comprendere quanto le agevolazioni al settore possono produrre in termini economici diretti ed indiretti, dal lavoro alla spesa sul territorio fino al fenomeno del cineturismo a tal punto che sono decine i film che oggi potrebbero venire girati nel Veneto ma che migrano in altre Regioni proprio per l’inconsistenza della nostra Film Commission.

*Produttore di “Io sono Li”

PaoliniLi.jpg

iosonoLi2.jpg

 

BONSEMBIANTE: ZAIA SI FA BELLO DEI TRIONFI DI “IO SONO LI”, MA AZZERA LA FILM COMMISSIONultima modifica: 2012-11-28T10:58:17+01:00da sergiofrigo
Reposta per primo quest’articolo
Questa voce è stata pubblicata in cultura, Nordest e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a BONSEMBIANTE: ZAIA SI FA BELLO DEI TRIONFI DI “IO SONO LI”, MA AZZERA LA FILM COMMISSION

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *