MONTI SI FA DEL MALE DA SOLO, MA DICE LA VERITA’

montimerkel.jpgPremesso che questi mesi sono stati tremendi, e che Monti ha urgente bisogno di una vacanza, vogliamo dire che nella sostanza il premier è nei guai con i tedeschi e col Pdl per aver detto la verità? Peccato mortale, ovviamente, per chi fa politica, ma sempre verità rimane.

Analizziamo qualcuno dei punti affrontati nelle due interviste incriminate: è vero o no, come ha detto allo Spiegel, che la Germania sta lucrando abbondantemente sul differenziale di rendimento fra i nostri Bot e i suoi Bund? È vero o no che le sue chiusure stanno suscitando non solo in Italia, ma in tutta l’Europa del sud, un pesante risentimento anti-tedesco, che rischia di avere conseguenze nefaste sulla tenuta stessa della costruzione europea (più nefaste delle differenze economiche fra i vari stati)?

 

UN GOVERNO DEVE GUIDARE IL PAESE, NON INSEGUIRE IL CONSENSO IMMEDIATO

Da ultimo, a proposito della frase dello scandalo: è vero o no che i partiti, in Italia come in Germania, Europavignetta.jpg
cercano di interpretare gli umori popolari, e dunque portano all’interno dei rispettivi Parlamenti robuste istanze anti-europeiste, che se venissero seguite pedissequamente dai governi porterebbero allo sfascio della Ue? E non abbiamo sempre detto che il vero statista è il politico che sa quando è il momento di assumere decisioni impopolari? E non è forse questo il momento, quando è in grave pericolo la cosa più positiva che ha saputo costruire l’Europa nella sua storia, cioè quell’unità che fra pur mille errori e manchevolezze le sta assicurando da oltre mezzo secolo pace, benessere e libertà?

LA COSTITUZIONE E LA DIVISIONE DEI POTERI

E sempre a questo proposito, per chi si richiama al rispetto della Costituzione: c’è o non c’è, nel nostro ordinamento istituzionale, una diversa ripartizione dei compiti e delle responsabilità fra corpo elettorale, Parlamento, Governo? Se non avesse una sua autonomia operativa – che periodicamente viene sottoposta al voto delle Camere, a loro volta soggette alla valutazione popolare (non ogni giorno coi sondaggi, ma ogni 4 anni) – a cosa servirebbe il Governo?

Quanto ai tedeschi che difendono a spada tratta le prerogative del Parlamento, dovrebbero ricordare che la peggior tragedia di tutti i tempi, l’avvento del nazismo con tutto quello che ne conseguì, avvenne nel sostanziale rispetto delle procedure parlamentari, analogamente a quanto accadde in Italia col fascismo.

SE AVESSIMO ANCORA BERLUSCONI DOVE SAREBBE LO SPREAD?

Berlupiange.jpgE veniamo all’intervista di Monti al Wall Street Journal e allo spread a 1200 punti se fosse rimasto Berlusconi: punto più punto meno, oltre metà del paese è convinta che il premier abbia ragione. Ricordiamo che a novembre la crisi europea doveva ancora manifestarsi in tutta la sua virulenza, e che il nostro governo – a parte la gravissima crisi di credibilità personale di Berlusconi – era ridotto all’impotenza dal contrasto fra le diverse linee di politica economica, incarnate dal Cavaliere e da Tremonti. Che decisioni avrebbe potuto prendere negli ultimi, concitati mesi, per fermare la deriva e riconquistare credibilità?

LA SINISTRA SI CHIEDA PERCHE’ IL CENTRO-DESTRA NON SOPPORTA MONTI

Infine una considerazione per quella parte di sinistra che vorrebbe sbarazzarsi al più presto di Monti: io non so se la ricetta che ci sta propinando il governo sarà efficace, ma alternative non ne vedo, salvo immaginare una diversa e socialmente più equa ripartizione dei sacrifici. Questo avverrà dopo le elezioni, che auspico arrivino alla loro scadenza naturale, nel 2013, e determinino il superamento delle attuali larghe intese in favore di una coalizione politica di centro-sinistra. Ma credo che le misure messe in atto – cioè in buona sostanza lavorare di più (chi può), tirare la cinghia, ridurre sprechi e benefici per investire in maniera più produttiva i soldi risparmiati – siano sostanzialmente necessarie, e per certi versi persino riformiste: non dice niente il fatto che esse stiano creando un crescente disagio in vasti settori del centro-destra, che sempre più spesso cercano di smarcarsi quando sono chiamati ad assumersi la responsabilità di votarle?

MONTI SI FA DEL MALE DA SOLO, MA DICE LA VERITA’ultima modifica: 2012-08-08T02:53:00+02:00da sergiofrigo
Reposta per primo quest’articolo
Questa voce è stata pubblicata in economia, Esteri, politica. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *