IL FONDOSCHIENA DI BERLUSCONI E LE NUOVE REGOLE PER I CANDIDATI DEL PDL (CHE DIVENTA PDC)

Berlusconiculo.jpgPare che il fondoschiena sia diventato uno dei punti dirimenti nella politica del Pdl. A dare il là, manco a dirlo, era stato proprio il leader Berlusconi, quando da premier aveva valutato negativamente l’azione politica di Angela Merkel a partire dalle dimensioni ragguardevoli del suo sedere (tra l’altro immortalato sulle pagine dei suoi giornali mentre era intenta al cambio di costume, al mare).Merkelculo.jpg Col passaggio di consegne ad Alfano nella gestione del partito si doveva imporre la regola aurea “un sedere una poltrona”, e molti fondoschiena berlusconiani per un momento avevano avuto una impercettibile contrazione. Ripetuta, e in maniera decisamente più dolorosa, con l’addio al governa del Cavaliere e l’arrivo del Professor Monti, che di sedere ne ha poco o punto, come si vede da quanto si è scatenato in questi mesi in Europa.

Ma ora che Berlusconi si ripresenta sulla scena, anche la questione lato B torna ad avere il giusto peso nelle vicende politiche italiane. Fra le ragazze del centro-destra è in corso infatti un’interessante discussione proprio sul fondoschiena del Capo: ricordate la Minetti che gli attribuiva un “culo flaccido”? Pare che sia quello il motivo per cui la vogliono far dimettere dal Pirellone. Non si può lasciar passare impunemente una bugia tanto infamante nel momento in cui le terga del Cavaliere tornano ad ambire alle poltrone più prestigiose. Ed ecco dunque che scende in campo con una serie di interviste, a smentire la Minetti, un’altra che se ne intende molto, Sabina Began Began.jpgnota come l’Ape Regina, indagata a Bari con l’accusa di aver portato a Berlusconi una schiera di amiche, non senza aver provato preliminarmente di persona la “consistenza” del prodotto. Non solo apprendiamo, dunque, che il sedere di Berlusconi non è per niente flaccido, ma “sodo e tosto”, ma veniamo a sapere anche che il Cavaliere a letto è “un toro”, e che le sue ascelle e i suoi piedi sono profumati. Ora gli aspiranti candidati del PdC (nuovo nome del partito) sono avvisati: nei test per l’ammissione alle liste ci sarà anche la valutazione della consistenza del loro lato B, la frequenza dei rapporti sessuali, il livello di sudorazione delle ascelle e l’odore dei piedi. Pare che Alfano avesse qualche problema in merito…

IL FONDOSCHIENA DI BERLUSCONI E LE NUOVE REGOLE PER I CANDIDATI DEL PDL (CHE DIVENTA PDC)ultima modifica: 2012-07-20T11:47:20+02:00da sergiofrigo
Reposta per primo quest’articolo
Questa voce è stata pubblicata in Satira e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *