LA CRISI EUROPEA: MONTI, SCHAUBLE E LA RAMAZZA TEDESCA

Schauble.jpeg“Monti incassa il sostegno tedesco”, titolano oggi alcuni giornali italiani, in margine alla consegna al nostro premier di un prestigioso premio, ieri a Berlino, con la laudatio del ministro Wolfgang Schauble.

Non mi pare francamente che la questione sia questa, bensì se i tedeschi intendono andare oltre le lodi ormai di prammatica e sostenere concretamente coloro che applicano le loro ricette: perchè Monti avrà pure il sostegno tedesco, ma si è mangiato proprio per questo motivo gran parte del… sostegno italiano. E l’intervista della Stampa proprio a Schauble, che ho rilanciato qui ieri, dimostra che i tedeschi oltre non intendono andare: “Ognuno spazzi il marciapiede davanti alla propria casa e la strada intera sarà pulita”, dice il ministro citando Goethe; ma che nessuno si sogni di chiederci di fare un centimetro di più, oppure di prestargli un momento la scopa. Non sono esattamente le premesse per costruire un buon rapporto di vicinato, figurarsi per costruire una “casa comune”.

Su questi temi, e sulla reale portata del rilancio tedesco di una proposta di maggior integrazione europea, è molto interessante questa analisi di Barbara Spinelli su Repubblica di ieri.

http://www.repubblica.it/politica/2012/06/13/news/berlino_parigi_errori-37089911/

LA CRISI EUROPEA: MONTI, SCHAUBLE E LA RAMAZZA TEDESCAultima modifica: 2012-06-14T11:37:49+02:00da sergiofrigo
Reposta per primo quest’articolo
Questa voce è stata pubblicata in economia, Esteri e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *