VINCITE RECORD COL GRATTA E VINCI NEL VENEZIANO. MA ECCO IL SISTEMA (SPERIMENTATO) PER GUADAGNARE CON L’AZZARDO

gratta-vinci-2.jpgMa nel Veneziano hanno trovato il sistema per arricchirsi con il gratta e vinci? Domanda legittima, dopo i cinque milioni incassati a Vigonovo e i quattro a Scorzè, nel giro di due giorni. E invece è solo il caso, la fortuna…

Ebbene, ho deciso di rivelarvelo io, il segreto per fare soldi col gioco, puntando sul classico Totocalcio. Me l’ha rivelato anni fa un vigile del Comune di Padova, addetto alla segreteria del sindaco, quando per il giornale mi occupavo della politica cittadina.

Dunque, un lunedì mattina arrivo nell’anticamera e lo vedo che sta controllando una schedina con i risultati delle partite pubblicati sul giornale. Gli chiedo, scherzando, se ha vinto, ma mi risponde: “Non ho mica giocato!”

E io: “E allora perché controlli i risultati?”

“Controllo quanto ci avrei rimesso se avessi giocato”. E mi racconta che erano anni e anni che il sabato prendeva la schedina, buttava giù un sistemone da qualche centinaia di migliaia di lire, riportava la cifra su un quaderno, e il lunedì controllava i risultati, riportando su un’altra colonna l’eventuale vincita. E naturalmente teneva le rispettive somme aggiornate, settimana per settimana, anno per anno, da decenni (come si intuisce non faceva un lavoro molto impegnativo…).

“Ma se per caso una volta dovessi imbroccare una schedina milionaria – gli feci osservare – ti mangerai le mani per non averla giocata”.

“Eh, sai quanto dovrei vincere per superare la somma che ho risparmiato non giocando?” E mi disse una cifra stratosferica anche per i canoni di allora, forse verso il mezzo miliardo. Paperoni.jpeg

Tanto gli bastava per sentirsi un uomo baciato dalla fortuna, e per guardare dall’alto in basso i colleghi e gli amici che la schedina la giocavano sul serio…

VINCITE RECORD COL GRATTA E VINCI NEL VENEZIANO. MA ECCO IL SISTEMA (SPERIMENTATO) PER GUADAGNARE CON L’AZZARDOultima modifica: 2012-05-26T02:38:00+02:00da sergiofrigo
Reposta per primo quest’articolo
Questa voce è stata pubblicata in costume, giochiamo, società e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *