FINANZIAMENTI PROMESSI E POI NEGATI AL FILM DI BELLOCCHIO SU ELUANA: UNA PICCOLA STORIA IGNOBILE

friuli film commission,eluana,belocchio,finanziamenti,tondo,segantiÉ una “piccola storia ignobile”, quella che “mi tocca raccontare”: che forse avrà un esito positivo, ma che ha già dato modo di mostrare uno spaccato di chiusura culturale e arroganza di stampo medioevale, estranea all’identità del Friuli, dove si svolgono i fatti. Tanto per ricordare, a chi se ne fosse dimenticato sulla scorta degli ultimi risultati elettorali, che le nostre istituzioni sono ancora occupate da persone e partiti che hanno un’idea di cultura e di libertà indegna di un Paese moderno, ma legata alle amicizie e alle consonanze politiche.

LO STANZIAMENTO DELLA FILM COMMISSION
La vicenda è quella dei finanziamenti (150mila euro) che la Friuli Film Commission aveva deciso di destinare al film sulla vicenda di Eluana Englaro che sarà girato dal regista Marco Bellocchio friuli film commission,eluana,belocchio,finanziamenti,tondo,seganti(non un Martinelli qualsiasi, che però grazie alle amicizie leghiste di euro ne riceve a milioni per i suoi film flop).
Ebbene, dopo la decisione dell’organismo, il centro-destra che governa il Friuli si è ribellato, per motivi tutti ideologici (non piace l’impostazione che il regista avrebbe dato alla storia) e ha preteso un impossibile (giuridicamente) dietro-front dalla Commissione.

L’IMPOSIZIONE DELL’ASSESSORE LEGHISTA
Non riuscendo ad ottenere ragione, l’assessora alle attività produttive Federica Seganti ha deciso infine di propria iniziativa di azzerare per intero il bilancio dell’organismo cinematografico, annullando di conseguenza tutti i finanziamenti già concessi, fra i quali, oltre a “Bella addormentata” di Bellocchio, anche “The Best Offer” del premio Oscar Giuseppe Tornatore e la fiction televisiva “Un caso di coscienza 5”. Con buona pace delle proteste dei cineasti di tutta Italia, ma anche di quelle degli operatori locali, che rischiano di vedersi sottratte le ricadute (in termini economici e occupazionali) derivate dalla presenza dei vari cast nelle rispettive zone.
L’INTERVENTO DEL PRESIDENTE TONDO
La cosa fortunatamente non pare destinata a finire qui: il presidente della Regione, Renzo Tondo, ha preso infatti le distanze dalla sua assessora, dichiarando ieri l’intenzione di ripristinare (“almeno in parte”) i fondi tagliati, e (pare) di restituire a Bellocchio quanto gli era stato prima assegnato e poi sottratto.
Speriamo, anche se la brutta figura per il Friuli sarà difficile da cancellare.

FINANZIAMENTI PROMESSI E POI NEGATI AL FILM DI BELLOCCHIO SU ELUANA: UNA PICCOLA STORIA IGNOBILEultima modifica: 2012-05-24T17:48:00+02:00da sergiofrigo
Reposta per primo quest’articolo
Questa voce è stata pubblicata in cinema e tv, costume, Nordest e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a FINANZIAMENTI PROMESSI E POI NEGATI AL FILM DI BELLOCCHIO SU ELUANA: UNA PICCOLA STORIA IGNOBILE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *