I SEGRETI DEL CLIMA: ECCO PERCHÉ NEVICA QUANDO DOVREBBE FARE CALDO

Meteoveneto.jpgCosa sta succedendo al clima? Perché questi sbalzi continui nelle temperature e nelle precipitazioni? E perché piove sempre nel week-end?

 

Vi ricordate una volta, quando l’inverno era inverno e l’estate estate, e giravano rassicuranti proverbi come “aprile non ti scoprire, maggio va adagio”?  Oggi che a marzo ci sono 30 gradi e a maggio nevica mi sono permesso di inventare un nuovo proverbio, buono per tutte le stagioni: “Febbraio scopriti, marzo rivestiti, aprile vai al mare, maggio a sciare…” I nomi dei mesi sono naturalmente interscambiabili…

Scherzi a parte, ho rivolto le domande dell’inizio ai tecnici dell’Arpav, cercando di capire se davvero le stagioni sono diventate molto più incostanti del passato, e dunque più imprevedibili.

 

“E’ LA PRIMAVERA BELLEZZA!”

La risposta di Franco Zardini è stata che quello che sta accadendo in questi mesi – segnati prima dalla siccità e dal caldo, ora da un ritorno dell’inverno con molte precipitazioni – avviene su una scala troppo ridotta geograficamente e temporalmente per essere significativo in un contesto globale, che è pur sempre caratterizzato dalla tendenza al riscaldamento. Orso.jpeg

Semmai c’è da capire se quanto accade ora può iscriversi al fenomeno (questo sì ormai conclamato a livello mondiale) dell’estremizzazione dei fenomeni atmosferici, per cui lunghi periodi di siccità e ondate di calore si alternano ad alluvioni e uragani anche alle nostre latitudini.

“In realtà – è la risposta del dirigente del Centro Meteo di Teolo, Marco Monai – possiamo solo dire che la primavera è per definizione, da sempre, una stagione movimentata e dunque molto instabile”.  Non essendosi ancora consolidati in questi mesi i fenomeni di lunga tenuta (come l’anticiclone, ad esempio) la primavera è la stagione delle anomalie per eccellenza.

“Su larga scala però – aggiunge Monai – non possiamo dire molto di più: la terra ha 5 miliardi di anni, e noi – a parte alcune informazioni indirette derivate dai carotaggi ai poli – abbiamo informazioni dirette sul clima solo per gli ultimi 50-100 anni. Dunque conosciamo molto poco il sistema meteorologico terrestre, e ben poco possiamo dire che vada oltre il contingente”.

MA È (ABBASTANZA) VERO CHE PIOVE SOPRATTUTTO NEI WEEK-END

Fra questo poco c’è però almeno una spiegazione del perché il maltempo ci aspetti al varco soprattutto nei week-end: “Non è sempre così ovviamente – dicono i meteorologi dell’Arpav – ma sul tempo che fa nel fine settimana c’è ovviamente un’attenzione maggiore da parte di tutti, e quindi se il tempo è brutto la cosa ci rimane più impressa. C’è da dire poi che le perturbazioni hanno  solitamente un ciclo di 7-8 giorni, per cui se una domenica il tempo è perturbato, è probabile che lo sia anche per alcune domeniche successive”.

E QUESTO FINE SETTIMANA?

E questa domenica? Qui a Nordest sarà brutto, naturalmente, almeno nel pomeriggio. Ma sabato invece (lo diciamo in particolare per gli amici che si ritroveranno alla Rogazione di Asiago) andrà abbastanza bene, anche se qualche piovasco sulle Prealpi venete non è escluso.

 

I SEGRETI DEL CLIMA: ECCO PERCHÉ NEVICA QUANDO DOVREBBE FARE CALDOultima modifica: 2012-05-17T15:25:47+02:00da sergiofrigo
Reposta per primo quest’articolo
Questa voce è stata pubblicata in ambiente, tecnologia e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *