A VOLTE RITORNANO: INTERVISTA A MASSIMO MARCHIORI SULLE NOVITA’ DI VOLUNIA

volunia,marchiori,motore ricerca,tecnologia,internet,google,padovaDopo oltre tre mesi di silenzio Volunia batte un colpo, e Massimo Marchiori con una newsletter che pubblichiamo sotto torna a parlare della sua creatura al mondo del web, in primis agli utenti che avevano atteso con grande curiosità il varo del suo nuovo motore di ricerca, ritraendosi delusi dopo il suo varo, a causa delle sue molte carenze. Lo stesso Marchiori, d’altra parte, non aveva mascherato in particolare la debacle della presentazione mondiale dall’università di Padova, quando un banale videoproiettore che non ne voleva sapere di partire aveva rovinato l’evento: il docente padovano infatti, tornando all’università qualche giorno dopo, aveva scritto con un gesso sulla lavagna dell’aula, davanti ai suoi studenti, “Epic fail”.

IL PRIMO ERRORE: LASCIAR CREDERE CHE VOLUNIA SIA UN MOTORE DI RICERCA

Oggi una chiacchierata con Marchiori mi ha permesso di chiarire alcuni punti oscuri e tracciare un bilancio dell'”operazione Volunia”, rilevandone anche i punti deboli, che personalmente (ma non sono un esperto di tecnologie) individuo soprattutto in alcuni gravi errori comunicativi, e nel fatto che si è lasciato credere agli utenti non che stavano partecipando a una sperimentazione, ma che avevano a disposizione uno strumento già testato e pienamente operativo. In particolare poi fare di Volunia “anche” un motore di ricerca lo ha esposto all’impietoso confronto con il gigante Google, che non poteva che risultare velleitario; mettendo in ombra, invece, le altre due funzioni davvero originali, cioè la mappatura dei siti individuati dalla ricerca, e la possibile socializzazione con gli altri utenti a caccia delle stesse nostre informazioni.

“ORA CI INTEGRIAMO CON UN MOTORE “VERO” E RINNOVIAMO LA GRAFICA”

“In questi tre mesi abbiamo raccolto le critiche arrivate dagli utenti – spiega Massimo Marchiori – anche se molte delle loro osservazioni erano già chiare a noi stessi fin all’inizio: il primo problema segnalato è stata l’inadeguatezza del nostro motore di ricerca, e il secondo, quasi a pari merito, la grafica, giudicata troppo confusa e retrò. La terza richiesta era di una maggiore integrazione con Facebook, cioè la possibilità di portarsi dentro Volunia gli amici di Fb”.

La newsletter di Volunia annuncia la soluzione di una parte di questi problemi (in particolare l’integrazione con un grande motore di ricerca internazionale, che potrebbe preludere anche a un successivo assorbimento) e l’attivazione di un blog (già operativo: blog.volunia.com/it ) per raccogliere le indicazioni degli utenti. “Ma non sarà una rivoluzione – premette Marchiori per scongiurare aspettative eccessive – diciamo poco più di un’aggiustatina. Vediamo come funziona, poi a giugno apriamo Volunia al pubblico”.

80MILA POWER UTENTI SU 400MILA CANDIDATI

Per il momento infatti l’accesso al sito è riservato solo a un nucleo di 80mila power users, mentre a farne richiesta erano stati in 400mila. “Immagino che in molti si siano arrabbiati e anche stancati dell’attesa – concede lo studioso – ma d’altra parte con la nostra piccola squadra (una decina di persone) non si poteva fare di più”.

LA LETTERA ANNUNCIO DI VOLUNIA AGLI UTENTI

volunia,marchiori,motore ricerca,tecnologia,internet,google,padovaCaro Utente,

Tante volte ti sarai chiesto “Che fine ha fatto Volunia? Quando potrò avere accesso al sito?” e forse il nostro silenzio ti ha fatto pensare a una battuta d’arresto.

Non è così. Con questa mail vogliamo innanzitutto farti le nostre scuse per la mancanza di informazioni, ma soprattutto annunciarti le importanti novità in arrivo su Volunia.

In questi mesi il team di Volunia ha preferito il silenzio e ha scelto la strada del lavoro, per ridurre il percorso verso il lancio del progetto al pubblico.

La versione Beta aggiornata sarà disponibile il 18 maggio 2012 su www.volunia.com .

Questo aggiornamento include importanti cambiamenti disponibili da subito per i Power User e riassunti qui di seguito:

Rafforzeremo le funzioni di ricerca attraverso l’integrazione nel sistema Volunia di uno dei principali motori di ricerca presenti sul mercato mondiale. Abbiamo deciso, pur continuando a portare avanti lo sviluppo del nostro motore, di mettere a disposizione un motore di ricerca primario, per consentire la fruizione di tutte le funzionalità di Volunia e di tutte le sue potenzialità.
Volunia avrà una nuova veste grafica, più funzionale e accattivante. volunia,marchiori,motore ricerca,tecnologia,internet,google,padova
Metteremo a disposizione documenti più chiari ed esaustivi riguardanti le politiche di privacy e i termini e condizioni di utilizzo del servizio Volunia.
Abbiamo completamente rinnovato la nostra comunicazione online, sarà a tal fine inaugurato il nostro canale ufficiale (blog.volunia.com/it ) dove, se lo vorrai, sarai coinvolto in un sondaggio per la scelta di alcuni aspetti grafici legati alle mappe visuali. Sarà pubblicata una sezione Q&A rinnovata e sarà disponibile un servizio di newsletter.
Il 21 maggio 2012 annunceremo altre importanti novità riguardanti Volunia.

Non smettere di seguirci perché stiamo facendo del nostro meglio per rendere disponibile Volunia a tutti nel più breve tempo possibile!

Nel caso non dovessero emergere criticità importanti, contiamo di farlo entro un mese da oggi.

Grazie,
Il Team Volunia

A VOLTE RITORNANO: INTERVISTA A MASSIMO MARCHIORI SULLE NOVITA’ DI VOLUNIAultima modifica: 2012-05-16T17:11:00+02:00da sergiofrigo
Reposta per primo quest’articolo
Questa voce è stata pubblicata in tecnologia e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *