GIUSTIZIA E RAI: PDL ANCORA AL SERVIZIO DI BERLUSCONI E PRONTO AL BIS CON LA LEGA

Alfano.jpegPromemoria per chi tende a dimenticare in che situazione opera il governo dei tecnici, e per coloro che auspicano (Casini, ma anche settori del Pd) o temono (a sinistra) una grande coalizione Pd-Terzo Polo-Pdl dopo le elezioni del 2013: prima c’è stato lo stop al vertice governativo sulla giustizia e sulla Rai, poi il fermo all’attesa legge sulla corruzione; continua  insomma il fuoco di sbarramento del Pdl sui temi più sensibili per quello che, con tutta evidenza, è ancora il dominus assoluto del partito, Berlusconi (anche l’unico leader occidentale che si è precipitato a Mosca per festeggiare la rielezione dell’“amico Putin”).

 

 

SUI NODI IMPORTANTI PRONTA A RICOSTITUIRSI L’ALLEANZA CON LA LEGA

Non a caso il Pdl pretende che di Rai e giustizia non se ne occupi il governo, ma il parlamento: lì Berlusconi e Alfano sanno che è sempre pronta a ricostituirsi quell’alleanza con la Lega che sarà pure politicamente in crisi, ma che si ricompatta automaticamente per bloccare qualsiasi decisione che metta in crisi gli assetti di potere su cui si basa da sempre l’accoppiata Berlusconi-Bossi: ricordiamo che poco più di un mese fa c’è stato alla Camera il voto congiunto Pdl-Lega che ha rifiutato l’arresto di Cosentino, che nei giorni scorsi lo stesso Alfano ha chiamato il partito alla solidarietà verso il Carroccio contro i giudici di Milano, che oggi ha lanciato l’appello alla Lega a non regalare il Nord alla sinistra nelle prossime elezioni.

VERSO UN NUOVO CENTRO-SINISTRA COL TERZO POLO

Questi atteggiamenti non aiutano la navigazione del governo, e stanno scavando un solco anche con il Terzo Polo, che sempre più spesso sui temi caldi si ritrova sulla stessa sponda del Pd: alle elezioni manca più di un anno e può ancora succedere di tutto (in particolare si tratta di vedere se si riuscirà a meno a modificare la legge elettorale), ma se mettiamo insieme questi fatti e la ribadita intenzione di Bersani di salvare l’esperienza del governo tecnico, mi pare che si stia segnando la strada per una futura alleanza politica Pd-Terzo Polo, un nuovo centro-sinistra, naturalmente col trattino ben in evidenza. Il nodo, a quel punto, sarà se e come salvare le alleanze a sinistra, con Idv e Sel, evitando fughe di settori importanti di elettori che potrebbero ridare la maggioranza a Pdl e Lega, a quel punto probabilmente ricompattati. Perciò sarà decisiva, nei prossimi mesi, la qualità delle relazioni che si riuscirà a mantenere a sinistra.

GIUSTIZIA E RAI: PDL ANCORA AL SERVIZIO DI BERLUSCONI E PRONTO AL BIS CON LA LEGAultima modifica: 2012-03-10T16:34:15+01:00da sergiofrigo
Reposta per primo quest’articolo
Questa voce è stata pubblicata in politica e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *