MONTI, LA MONOTONIA DEL POSTO FISSO E QUEI “BAMBOCCIONI” DEI NEANDERTHAL

monti,monotonia,posto fisso,neanderthal,innovazione,tradizioneL’uscita di Monti sulla monotonia del lavoro fisso è come quella di Padoa Schioppa sui bamboccioni o di Martone sugli sfigati. Irritano, perché sono per metà vere e per metà ingiuste, tradiscono una certa supponenza di chi le pronuncia, ma svelano anche la frustrazione di chi ne è oggetto e teme, in fondo in fondo, di meritarsi il rimbrotto. È una tendenza diffusa, quando a governare sono i migliori (anche il Migliore per eccellenza, Togliatti, non scherzava affatto con l’elitarismo, anche se era comunista). Ieri sul Corriere, ad esempio, Antonio Polito ha fatto una filippica contro i genitori italiani troppo protettivi, e contro i loro (nostri) figli troppo “seduti”; ma anche in questo caso bisognerebbe approfondire: è vero che in ambito internazionale i nostri ragazzi spesso perdono il confronto con i competitors stranieri, cinesi e giapponesi in particolare, ma molti riescono al contrario a conquistare rapidamente posizioni di eccellenza proprio all’estero.

 

IL DESTINO DEI TRADIZIONALISTI NEANDERTHAL

Rifuggendo vigliaccamente da un pronunciamento monti,monotonia,posto fisso,neanderthal,innovazione,tradizionesul tema (anche se mi pare molto meglio un lavoro sicuro ma monotono rispetto all’eccitazione adrenalinica della disoccupazione)  vi segnalo piuttosto un articolo appassionante (ma io sono un cultore della… materia) sugli uomini di Neanderthal comparso ieri sulla Stampa: la parte che ci interessa qui è più o meno a due terzi, laddove si parla di come essi fossero riusciti a mettere a punto una lancia che rappresenta ancor oggi un meraviglia di tecnica e di efficienza, ma anche di come una volta raggiunta l’eccellenza in questo campo essi si siano fermati, perché non amavano molto l’innovazione. Cosa accadde poi, quando incontrarono i nostri antenati Sapiens, purtroppo lo sappiamo…

http://www3.lastampa.it/scienza/sezioni/news/articolo/lstp/440734/

MONTI, LA MONOTONIA DEL POSTO FISSO E QUEI “BAMBOCCIONI” DEI NEANDERTHALultima modifica: 2012-02-02T03:28:00+01:00da sergiofrigo
Reposta per primo quest’articolo
Questa voce è stata pubblicata in costume, cultura, società e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

8 risposte a MONTI, LA MONOTONIA DEL POSTO FISSO E QUEI “BAMBOCCIONI” DEI NEANDERTHAL

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *