CADUTO BERLUSCONI, COME USCIRE DAL BERLUSCONISMO

Berlusconismo, Berlusconi, fuoriuscita, rimontiamo, Monti, crisi, ripresa, autocritica, speranza,  sobrietà, socialità, Ferdinando Camon Consideravo, tre giorni fa, che Berlusconi è caduto, ma il berlusconismo no, e che anzi i suoi valori, i suoi vizi, le sue lusinghe si sono infiltrati subdolamente non solo nella società, ma dentro ognuno di noi: forse perché sono in qualche modo congeniali alla nostra epoca. Sotto questo punto di vista allora Berlusconi è stato più che la causa, l’interprete e il catalizzatore di un certo modo di essere in questa nostra epoca, e non solo in Italia. Perciò la fuoriuscita dal berlusconismo sarà lunga e difficile.

 

 

UNA FORMULA DI SUCCESSO CHE HA PERSO DA TEMPO IL SUO APPEAL

È possibile però che questi valori abbiano cominciato a perdere il loro appeal, che l’individualismo narcisistico, l’autoreferenzialità, l’antipolitica, la sovrastima del potere, del successo e del denaro, l’amoralità disinvolta e corruttrice, stiano regredendo nella considerazione collettiva, se non altro in virtù del loro fallimento nel consegnarci un’Italia più giusta, solidale e liberale. Ho visto le parole d’ordine per la nuova Italia votate nel sondaggio di Repubblica: per quello che vale, prevalgono equità sociale e crescita, rigore e giustizia sociale e Il tempo dell’essere dopo gli anni dell’apparire.

Questo inedito afflato alla sobrietà, alla socialità, alla convivenza avrebbe già avuto le sue manifestazioni tangibili nei risultati delle amministrative e delle consultazioni referendarie di giugno, e nelle successive manifestazioni degli indignati, ponendo le premesse per la successiva caduta del Cavaliere e il superamento (forse) del berlusconismo. Speriamo, anche perché questo atteggiamento potrebbe aiutarci nell’affrontare la crisi senza avvitarci nella depressione per gli inevitabili tagli che dovremo affrontare.

PRENDERE ATTO DELLE PROPRIE RESPONSABILITÀ E SCEGLIERE IL CAMBIAMENTO

La strada da compiere però è ancora lunga e faticosa: essa deve necessariamente passare attraverso alcune condizioni, elencate con molta efficacia nella riflessione di Fernando Camon che allego sotto. Programma ambizioso, di risanamento e palingenesi, per il quale non può bastare un nuovo leader; ci vuole la volontà di un popolo (e di ognuno degli individui di cui esso è composto), che prenda atto delle proprie responsabilità, dei propri errori e del fallimento delle ricette fin qui applicate.

articolo_2011_11_15_UomoNuovo.htm

CADUTO BERLUSCONI, COME USCIRE DAL BERLUSCONISMOultima modifica: 2011-11-16T10:24:54+01:00da sergiofrigo
Reposta per primo quest’articolo
Questa voce è stata pubblicata in politica, società e contrassegnata con , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a CADUTO BERLUSCONI, COME USCIRE DAL BERLUSCONISMO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *