UN GOVERNO APPESO ALLE PAROLE CONFUSE DELL’ORACOLO DI PONTIDA

lega,padania,pontida,bossiEccoci tutti qua, a chiosare le parole dell’Oracolo di Pontida. E’ un segno della crisi della politica italiana, dello sbandamento di una maggioranza appesa alle parole di un leader che appare sempre più stanco e confuso, che si affida alla lista della spesa, a pochi e logori slogan, ma è incapace di tracciare una svolta strategica.

Assistito dal badante Calderoli parla del governo (dello stesso Tremonti) come se fosse “cosa loro”. Alimenta  promesse che non potrà mantenere, si fa travolgere dalle richieste di secessione che sale dalla folla, e non sa cosa rispondere se non “Padania libera”

Fossi un leghista veneto sarei ulteriormente incazzato: ma come, dei quattro ministeri per il Nord neppure uno nel Veneto? Da schiavi di Roma a schiavi di Monza?

(continua)

UN GOVERNO APPESO ALLE PAROLE CONFUSE DELL’ORACOLO DI PONTIDAultima modifica: 2011-06-19T12:44:00+02:00da sergiofrigo
Reposta per primo quest’articolo
Questa voce è stata pubblicata in Caro Zaia, politica e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *