LE BUGIE DI BERLUSCONI AL G8 E LA VERITA’ SUI SUOI PROCESSI

ObamaBer.JPGMa quanti sono davvero i processi di Berlusconi, quelli fatti e quelli da fare? Si può definire una persecuzione nei suoi confronti, quella dei giudici? E davvero è stato sempre assolto, come è andato a raccontare ai potenti della terra? Ecco il punto, da un articolo di ieri di Massimo Giannini su Repubblica.

(…) A sentire il Cavaliere e i suoi “bravi”, i processi che lo riguardano cambiano secondo gli umori e le stagioni. L´altro ieri aveva parlato di “31 accuse”. In passato si era definito “l´uomo più perseguitato dell´Occidente, con 106 processi tutti finiti con assoluzioni”. La figlia Marina ha evocato “26 accuse cadute nel nulla”. Paolo Bonaiuti ha rilanciato con “109 processi e nessuna condanna”. In realtà, come ha ricordato più volte Giuseppe D´Avanzo su questo giornale, i processi affrontati dal premier sono 16. Quattro sono ancora in corso: processo Mills (corruzione in atti giudiziari), diritti tv Mediaset (frode fiscale), caso Mediatrade (appropriazione indebita) e scandalo Ruby (concussione e prostituzione minorile). Negli altri 12 processi, solo tre sono state le sentenze di assoluzione: in un caso con “formula piena” (Sme-Ariosto/1, per corruzione dei giudici di Roma), negli altri due con “formula dubitativa” (Fondi neri Medusa e Tangenti alla Guardia di Finanza).

Gli altri 9 processi si sono conclusi con assoluzione, ma solo grazie alle leggi ad personam, fatte approvare nel frattempo dai suoi governi. Nei processi All Iberian/2 e Sme-Ariosto/2 il Cavaliere è assolto dalla legge che ha depenalizzato il falso in bilancio. Nei processi sull´iscrizione alla P2 e sui terreni di Macherio è assolto perché i reati sono estinti e le condanne cancellate dall´apposita amnistia.

Nei rimanenti 5 processi (All Iberian/1, affare Lentini, bilanci Fininvest 1988/1992, fondi neri del consolidato Fininvest e Lodo Mondadori) il premier è assolto grazie alle “attenuanti generiche”, che gli consentono di beneficiare della prescrizione (da lui stesso fatta dimezzare con la legge Cirielli) e che operano sempre nei confronti dell´imputato ritenuto comunque “responsabile del reato”.

Questa è dunque la verità storica, sull´imputato Berlusconi. A dispetto delle “persecuzioni” che lamenta, e delle “assoluzioni” che rivendica. Bugiarde, le une e le altre. È penoso doverlo ricordare. Ma è anche doveroso, alla vigilia di un turno elettorale che può cambiare il corso di questa disastrosa legislatura. E può spazzare via, finalmente, i danni e gli inganni compiuti dal Grande Inquisitore di Arcore.

m.gianninirepubblica.it

LE BUGIE DI BERLUSCONI AL G8 E LA VERITA’ SUI SUOI PROCESSIultima modifica: 2011-05-29T12:35:59+02:00da sergiofrigo
Reposta per primo quest’articolo
Questa voce è stata pubblicata in politica e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *