L’ITALIA VIRTUALE DI FORUM E L’AMARA REALTA’ DI UN PAESE MESSO AI MARGINI DAI GRANDI

Forum.jpgC’è un aspetto, nella vicenda della signora Marina Villa – che è andata a Forum spacciandosi per terremotata dell’Aquila a cantare i peana di Berlusconi per i miracoli realizzati nel dopo terremoto – che mi sembra più grave persino della squallida sceneggiata architettata dai responsabili della trasmissione: è il fatto che qualcuno pensava di poter andare in televisione, distribuire falsità a piene mani (e a pagamento), e riuscire a farla franca. Un sintomo di arroganza e insieme di totale incapacità di rapportarsi con la realtà. C’è una parte del paese evidentemente (quella che abbiamo visto stamattina fuori dal tribunale di Milano a sostenere il Cavaliere, per capirsi) che ritiene ancora di poter vivere nel suo piccolo mondo virtuale, in cui la realtà è quella che si vede negli schermi televisivi addomesticati dal potere, Berlusconi è un grande leader osannato dai governanti di tutto il mondo, e a Napoli e a L’Aquila tutti i problemi sono stati brillantemente risolti.
Poi c’è la realtà vera, che sistematicamente (e dolorosamente) provvede a smentire ottimismi e falsità: i terremotati sbugiardano la signora Villa (che non trova di meglio che replicare «ma cosa vogliono, lo sanno tutti che è una trasmissione finta!») e i rifiuti e le rovine non si spostano di un millimetro da dove stanno.

BERLUSCONI (E L’ITALIA) UMILIATI SULLA LIBIA

Ma è soprattutto a livello internazionale – e lo dico con amarezza, non certo con soddisfazione – che la pochezza del nostro paese e l’inconsistenza e impopolarità della sua leadership si stanno purtroppo palesando in tutta la loro drammaticità: Sarkozy, Cameron e Obama hannoSarkozy.jpg sistematicamente tagliato fuori Berlusconi dalle decisioni sulla crisi libica, che pure ha ricadute decisive sul nostro paese, se non altro per vicinanza geografica; e questa sera ai tre grandi si è aggiunta anche la Merkel, finora inutilmente invocata da Berlusconi come sponda europea e invece coinvolta nella video conferenza che sta preparando il vertice fra gli alleati di domani a Londra. Noi naturalmente non ci siamo, e stiamo già pagando pegno, come dimostrano le vicende di Lampedusa.
Gli ascoltatori del Tg1, naturalmente, di tutto questo non hanno saputo nulla: la notizia è stata data en passant, senza commenti, in coda ai servizi sugli scontri libici e prima delle critiche alla guerra da parte del ministro degli esteri russi. Come in ogni tv di regime che si rispetti.

PS. In serata il ministro degli esteri Frattini ha dichiarato che l’Italia non soffre la sindrome dell’esclusione, e che era stato proprio il nostro Paese a chiedere il coinvolgimento della Germania magari non a spese nostre, che ne dite?) Il governatore della Lombardia Formigoni (stesso partito) ha detto invece che l’Italia per rappresaglia dovrebbe ritirare la disponibilità delle nostre basi. Si mettessero d’accordo…

E la Villa ha chiesto scusa agli aquilani, dicendo prima che ha recitato quello che gli avevano detto di dire, poi correggendosi e dicendo di aver fatto tutto da sola…

L’ITALIA VIRTUALE DI FORUM E L’AMARA REALTA’ DI UN PAESE MESSO AI MARGINI DAI GRANDIultima modifica: 2011-03-29T01:00:49+02:00da sergiofrigo
Reposta per primo quest’articolo
Questa voce è stata pubblicata in Esteri, politica, società e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a L’ITALIA VIRTUALE DI FORUM E L’AMARA REALTA’ DI UN PAESE MESSO AI MARGINI DAI GRANDI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *