A DIFENDERE SILVIO SONO RIMASTI SOLO I RAGAZZI (DEL ’99)

Berluscanziani.JPGMentre appare ormai generalizzata – stando praticamente a tutti i sondaggi Il-Cavaliere-in-calo-nei-sondaggi-perde-con-Bersani-Casini-e-Vendola-Mauro-Favale-La-Repubblica.pdf– la caduta di consensi di Berlusconi (quanto meno a titolo personale, se non di partito) sorprende la tenuta della sua popolarità presso una fascia di cittadini che dovrebbero invece – per saggezza e consolidata moderazione – essere i più severi nei confronti dei suoi eccessi e delle sue incoerenze nei comportamenti personali: la popolazione più anziana (forse per solidarietà generazionale?).

Ecco come spiega il fenomeno Beppe Severgnini, sul Corriere di ieri.

da5cd9ef1ccea191ae1be65bf966a05a.pdf

Comunque ci rendiamo conto che parliamo solo di lui? Che sorta di fascinazione perversa esercita su di noi?

A DIFENDERE SILVIO SONO RIMASTI SOLO I RAGAZZI (DEL ’99)ultima modifica: 2011-02-11T02:22:57+01:00da sergiofrigo
Reposta per primo quest’articolo
Questa voce è stata pubblicata in politica e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a A DIFENDERE SILVIO SONO RIMASTI SOLO I RAGAZZI (DEL ’99)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *