CATTIVI PENSIERI: BITONCI E LE TASSE PER GLI ALLUVIONATI: ECCO DOVE TROVARE I SOLDI PER SOSPENDERLE

Esplode oggi sui giornali la polemica delle categorie economiche venete per la mancata sospensione dei pagamenti delle tasse (ritenute, contributi, Iva mensile) nelle zone alluvionate.

Protesta Roberto Zuccato, presidente vicentino di Confindustria, e protestano le altre categorie: “Nonostante le nostre richieste, l’ordinanza con cui sono stati individuati i primi interventi per fronteggiare i danni provocati dall’alluvione non ha previsto alcuna sospensione». Per l’alluvione di Messina, il terremoto dell’Aquila e gli allagamenti a Roma di due anni fa, la sospensione degli oneri fiscali era stata immediata. Per il Veneto invece no, nonostante le rassicurazioni del ministro del Welfare Maurizio Sacconi. “Si è invece incaricato il commissario per l’emergenza (Luca Zaia, ndr) di stilare l’elenco delle imprese danneggiate, perché solo a queste verrà in futuro concesso un probabile differimento dei termini».

Senza l’elenco però non può esserci sospensione, e intanto gli oneri vanno pagati.

Nei giorni scorsi, motivando il no di Pdl e Lega a una proposta di sospensione fiscale presentata dall’Idv alla Camera, il sindaco di Cittadella e deputato del Carroccio Massimo Bitonci aveva spiegato che era il caso di accontentarsi dello stanziamento dei 300 milioni deciso dal Governo, e che i soldi per la sospensione delle tasse non c’erano.

Io personalmente avrei un’idea di dove cominciare a reperirne un po’: proprio Bitonci aveva dichiarato qualche giorno prima che lui non paga il canone Rai, perché il servizio pubblico non ha offerto adeguata copertura sull’alluvione; anzi, prevedendo questa cosa con largo anticipo aveva smesso di pagarlo già molti anni fa. Ecco, io suggerirei alla Guardia di Finanza, o agli altri organi competenti, di cominciare a racimolare i soldi per gli alluvionati proprio passando a battere cassa da Bitonci e compagni…

CATTIVI PENSIERI: BITONCI E LE TASSE PER GLI ALLUVIONATI: ECCO DOVE TROVARE I SOLDI PER SOSPENDERLEultima modifica: 2010-11-17T12:09:55+01:00da sergiofrigo
Reposta per primo quest’articolo
Questa voce è stata pubblicata in Cattivi pensieri, politica e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *