MAZZACURATI: CI VUOLE PIÙ “PASSIONE”

Mazzacurati.jpg

Visto “La passione” di Carlo Mazzacurati: si ride, attori molto bravi (strepitosi Battiston e Guzzanti), ma il film non lascia dentro molto. Io lo apprezzo da sempre (degli ultimi soprattutto “La giusta distanza”) ma in questo caso sembra girare a vuoto. Come tutti noi, d’altro canto.

Silvio Orlando è il tipico intellettuale di sinistra, che non riesce ad abbrutirsi, ma neppure a svettare, temporeggia e confida che qualcosa capiti a risolvergli i problemi. Il paesino toscano e quello che vi accade potrebbe essere una metafora dell’Italia odierna: velleitaria e sempre sul punto di affondare, ma capace in qualche modo di sfangarla. Meglio quando Mazzacurati gira in Veneto, è il mondo con cui sa combattere meglio il corpo a corpo, la Toscana sembra il luogo di vacanza, o di fuga…

Ripeto: ci si diverte, ma abbiamo bisogno di altro per riemergere. Forse abbiamo bisogno soprattutto di noi stessi, ma al momento non riusciamo a ritrovarci: proprio come il regista del film.

ALTRI FILM DA VEDERE:

REALISTICO: “20 sigarette a Nassirya” di Aureliano Amadei: intenso e realistico, quando esplode l’autobomba sembra di sentire in bocca il sapore di polvere e sangue e nelle orecchie il boato dell’esplosione e il rimbombo del cuore.

PROFONDO (FIN TROPPO): “Inception” di Christopher Nolan: immagini splendide e visionarie, ritmo indiavolato, fascinazione emotiva (e attori convincenti, a partire da DiCaprio) coprono i numerosi “buchi” della storia. Alla fine però tre livelli di sogno potevano bastare…

MALTRATTATO: “Fratelli in erba”, di Tim Blake Nelson: a me è piaciuto più che alla critica. L’Edward Norton cattivo è un personaggio interessante, e il passaggio repentino da commedia a noir, nella seconda parte, sorprende senza disturbare. E Keri Russell che recita Walt Whitman (“Leaves of Grass” era il titolo originale) è decisamente intrigante.

DUE PROTESTE: è mai possibile che al cinema io sia regolarmente il più vecchio, mediamente il doppio degli altri spettatori? E perché nelle multisale prima di vedere il film devo farmi martoriare le orecchie con i trailer sparati a mille? Ci rendiamo conto che stiamo allevando una generazione di sordi?

 

 

 

MAZZACURATI: CI VUOLE PIÙ “PASSIONE”ultima modifica: 2010-10-11T01:44:00+02:00da sergiofrigo
Reposta per primo quest’articolo
Questa voce è stata pubblicata in cinema e tv e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *