IL DIBATTITO A PORDENONELEGGE: I NUOVI POVERI CHE VOTANO LEGA E BERLUSCONI

Pordenone.JPG Tutto esaurito ma dibattito nervoso e inconcludente, ieri sera a Pordenonelegge sul tema “Sguardi a Nordest”, fra il sottoscritto, un Vitaliano Trevisan troppo preso a demolire il lavoro altrui per valorizzare il proprio e un Romolo Bugaro assorbito da una delicata opera di ricucitura. Peccato per il numeroso pubblico, che probabilmente si aspettava qualcosa di meglio e di più.

Da segnalare comunque l’interessante riflessione che Bugaro ha sviluppato a partire dal suo ultimo libro “Bea vita” (Ed. Laterza), sul “popolo” che dalle nostre parti , pur non avendo molto da difendere, vota Berlusconi e Lega. “Perché – si chiede lo scrittore – nelle commesse e impiegate che nella pausa pranzo affollano via San Fermo a Padova (la via Montenapoleone de noialtri) , e ammirano alle vetrine scarpe e borse che costano come tre o quattro dei loro stipendi e che non potranno permettersi mai, non scatta un moto di ribellione? Si è verificato uno scarto culturale: hanno introiettato un modello secondo cui è giusto che le cose belle costino, ma anche che esse non siano alla loro portata, perché in fondo non se le meritano, vista la loro origine familiare o le loro limitate risorse. Opposizione e dissenso non fanno per loro, non sono cose per persone che rinunciano, ma per gente forte, in grado di rispondere colpo su colpo alle sfide della vita. Votare a destra è l’unico modo per fronteggiare il sentimento quotidiano dell’esclusione. Hanno bisogno di offrire a se stesse la conferma di essere ragazze normali, allegre, occidentali. Hanno bisogno di rinforzare gli argini e distanziare la paura”.

Queste ragazze sconfitte sono le nipoti e le cugine dei “penultimi” protagonisti del mio “Caro Zaia…” che vedono negli intellettuali e nei progressisti coloro che li hanno traditi, preferendo i “nuovi ultimi”, gli immigrati, che sono i loro scomodi concorrenti diretti sul terreno del welfare, del lavoro, della convivenza.

 

 

IL DIBATTITO A PORDENONELEGGE: I NUOVI POVERI CHE VOTANO LEGA E BERLUSCONIultima modifica: 2010-09-20T10:07:00+02:00da sergiofrigo
Reposta per primo quest’articolo
Questa voce è stata pubblicata in Dibattiti, società e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *